Basket-Forlì-a-Orzinuovi

Due punti per rialzarsi e riprendere immediatamente la corsa e lo slancio per un finale di stagione che possa entusiasmare nuovamente i cuori infranti dei tifosi forlivesi dopo il derby. Il match di domenica prossima contro l’Agribertocchi Orzinuovi al PalaGalassi nasconde numerose insidie soprattutto perché l’Uniero potrebbe subire il contraccolpo psicologico dopo la batosta del Pala de Andrè.

I lombardi, che hanno perso in casa contro Ferrara dopo un supplementare la settimana scorsa, potranno contare, per tentare di salvarsi nel girone di ritorno, sull’innesto di Anthony Miles giocatore che l’anno scorso con la maglia di Cagliari mise più volte in difficoltà la difesa biancorossa sia nella partita di andata che in quella di ritorno dov’è tra l’altro trascinò i suoi alla vittoria. Contro Ferrara l’ex Givova Scafati ha messo a segno 32 punti in 39 minuti di utilizzo con 35 di valutazione e sarà sicuramente la principale bocca da fuoco a disposizione di coach Salieri anche domenica; la difesa forlivese è avvisata!

Al suo fianco in posizione di regista giocherà sicuramente Stefano Bossi, dopo un anno travagliato in quel di Piacenza il ragazzo scuola Azzurra Trieste sta trovando continuità di prestazioni e di utilizzo e risponde sempre positivamente alle sollecitazioni del proprio allenatore: in questa stagione sta viaggiando, fuori casa, a 15 punti, 6,3 assist in 33,9 minuti d’impiego.

Completa il trio di esterni del quintetto base Matteo Negri che dopo una partenza in sordina si sta riprendendo e lontano da Montichiari sta viaggiando su cifre di tutto rispetto portando alla causa biancazzurra 11,3 punti in 29 minuti conditi anche da un buon numero di rimbalzi,insomma una stagione tutto sommato positiva.

Dalla panchina a completare le rotazioni degli esterni esce il numero 5 Giacomo Siberna che nei 15 minuti in cui dà respiro ai compagni porta anche quasi 5 punti in dote e i lunghi Salvatore Parrillo e Lorenzo Galmarini che portano esperienza, ruvidezza e qualità. Qualità che troviamo soprattutto nelle mani dell’ex Ferentino, che non disdegna anche di giocare in posizione di ala piccola in un quintetto da corsa quando non è chiamato a dare sostegno e riposo ai compagni sotto canestro. L’ex amaranto viaggia nelle partite lontano da casa a 8,7 punti in quasi 24 minuti dove raccoglie anche 2,7 carambole mentre Galmarini che calca i 28 metri per meno tempo del compagno sfiora i 6 punti di media.

Sotto canestro giocheranno il nuovo arrivo Giovanni Carenza, alla terza partita in maglia lombarda, i tifosi forlivesi lo ricorderanno decisivo con le sue conclusioni da lontano nel playoff lo scorso anno con la maglia di Rieti, accompagnato dal miglior rimbalzista del campionato quel Christian Mekowulu che sta impressionando molti addetti ai lavori anche ai piani superiori. Il nigeriano viaggia su cifre di tutto rispetto anche dal punto di vista realizzativo, si avvicina spesso ai 15 palloni catturati a rimbalzo a cui aggiunge anche 15,1 punti in 30 minuti di utilizzo; un bel rebus insomma per i vari Bruttini, Ndoja, se giocherà, e Benvenuti.
I due nuovi innesti a disposizione di Salieri non hanno ancora portato punti alla causa biancoblu ma ne hanno sicuramente modificato la fisionomia; Orzinuovi non è più la squadra incompleta di inizio stagione. L’Uniero dovrà essere brava a rispettarla e non creare i presupposti per un’altra gara come quella con Cagliari l’anno scorso al Palafiera.

CONDIVIDI
Articolo precedenteGli ultimi appuntamenti del 2019 nel Comune di Santa Sofia
Articolo successivoSpopolamento della montagna, approvato odg di Vietina: «Ho strappato un impegno al governo»
Diplomato al liceo Fulcieri Paolucci de Calboli di Forlì, nel lontano 1997, intraprende gli studi di Scienze dell'Informazione di Cesena in cui consegue la Laurea nel marzo del 2002. Dopo varie esperienze lavorative nel ramo dell'informatica presta la sua opera come programmatore all'interno del servizio informatico dell'Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori (I.R.S.T.) S.r.l. La sua vita senza la musica, lo sport e la ginnastica sarebbe stata monotona ma... Dicono di lui: "Chiedetelo agli altri...". Dice di lui: "Ciò che non ti uccide ti fortifica... Tutte cazzate"!