Parents For Future Forlì

“Ben 222 gruppi di genitori – tra cui anche Parents For Future Forlì – di 27 paesi hanno rilasciato un accorato appello ai negoziatori del summit sul clima delle Nazioni Unite – COP25 – in corso a Madrid per spingerli a un’azione ambiziosa e urgente sul clima per proteggere la salute dei nostri figli, le loro vite e il loro futuro prima che sia troppo tardi.
La lettera-appello chiede ai delegati di riflettere sul loro amore per i propri figli e di intraprendere, per estensione, azioni in favore di tutti i bambini. Parents For Future Forlì è uno dei gruppi che hanno firmato la dichiarazione.

Nel documento chiediamo ai negoziatori alla COP25, molti dei quali sono genitori, di ricordare il loro duplice ruolo di genitori e negoziatori durante il loro lavoro sulle misure contro l’emergenza climatica che colpirà tutti i bambini di oggi e le generazioni future.
I nostri figli sono il più grande amore della nostra vita. Nonostante ciò, stiamo consegnando loro un mondo spezzato sull’orlo del caos climatico e del collasso ecologico. Come genitori, vedere questo è straziante.

In questo preciso momento i disastri legati al clima sono sotto gli occhi di tutti, i bambini stanno perdendo la vita, la salute e il futuro a causa del caos climatico. I cicloni tropicali in Africa e in Asia, le inondazioni e le frane di fango in varie parti d’Europa e del Brasile, gli incendi violenti peggiorati dalla siccità in California e in Australia colpiscono le famiglie e le comunità in ogni angolo del mondo. La calotta glaciale della Groenlandia si sta sciogliendo a velocità mai viste prima e lo stato di emergenza climatica sta rapidamente diventando la nuova normalità.

Scriviamo questo appello come genitori ai delegati del vertice ONU sul clima a Madrid, COP25, che negozieranno per noi e per i nostri figli.
Questo vertice ONU sul clima è un’opportunità cruciale per riunirsi e chiedere un’azione ambiziosa, in linea con il contenimento della temperatura globale al di sotto di +1,5 ° C. Ogni minuto di inazione politica è un minuto perso nella battaglia climatica e questo mette a serio rischio la vita, la salute e il futuro di sempre più bambini ed esseri umani. Siamo in un momento cruciale, in cui ogni tonnellata di carbonio emessa in più ci avvicina al punto di non ritorno, al pericoloso collasso climatico che può stravolgere le fondamenta della civiltà umana insieme alle nostre vite e quelle dei nostri figli.

Potenti interessi economici come quelli dell’industria del carbone, del petrolio e del gas, stanno lottando per mantenere vivo il loro modello di business , servendosi del loro potere e della loro influenza per ostacolare l’azione politica necessaria.
Gli attuali impegni politici ci stanno mettendo sulla buona strada per un aumento della temperatura globale catastrofico di +3-4° C.
Non possiamo accettare che questo sia il mondo che stiamo consegnando ai nostri figli.
La domanda pubblica di azione è ai massimi livelli storici e la scienza non è mai stata più chiara su qual è la posta in gioco se non si abbracciano le soluzioni che già esistono: smettere di bruciare combustibili fossili e trasformare le nostre società. Milioni di bambini con gli scioperi scolastici ci stanno mostrando la strada e ci stanno dando l’esempio con la loro forza di volontà e la loro ferma decisione di combattere la catastrofe che ci minaccia tutti, e ora anche noi genitori ci stiamo sollevando insieme a loro per sostenerli e chiedere un’azione per il clima. Insieme faremo tutto il necessario per proteggerli. Affrontare la crisi climatica non è una responsabilità dei nostri figli, è una responsabilità nostra. Come adulti e genitori dobbiamo agire per cercare di dare ai nostri figli il futuro che meritano.

Siamo a un punto di svolta nella storia della nostra specie e voi, delegati di questo influente vertice sul clima delle Nazioni Unite, avete l’opportunità di scegliere cosa accadrà dopo. Chiediamo un futuro sicuro per i nostri figli – per tutti i bambini – e per le generazioni future. Per garantire questo abbiamo bisogno di un’azione decisiva a Madrid.
Ci aspettiamo che i delegati di questo vertice mostrino una leadership coraggiosa e agiscano insieme invece di aspettare l’iniziativa dei singoli paesi.
Se iniziamo tutti insieme un nuovo percorso, saremo tutti più al sicuro. Questo è un momento di speranza che non può essere sprecato.

Molti dei delegati di COP 25 sono anche genitori ed è a loro che ci appelliamo nel modo più accorato. Questi delegati sono genitori che, grazie alle loro capacità professionali, sono in grado di essere veri eroi per i loro figli e per tutti i bambini del mondo.
Quindi ai voi delegati chiediamo: prima di prendere una decisione al Summit, fermatevi qualche minuto, chiudete gli occhi e visualizzate il volto dei vostri bambini. Immaginate il futuro che desiderate per i vostri figli, i vostri nipoti e i vostri pronipoti.
Farete ciò che serve per rendere questo futuro una realtà? Per i nostri figli che erediteranno la Terra. Sappiamo che potete farlo, e confidiamo che lo farete”.