“Con i piedi fortemente appoggiati sulle nuvole” al Teatro di Dovadola

0

Mercoledì 18 gennaio alle ore 21,00 al Teatro Comunale di Dovadola Denio Derni, Fabrizio Sirotti, Ennio Flaiano “Con i piedi fortemente appoggiati sulle nuvole“.
Ironia, cinismo, viaggi, cinema, Italia, Roma, filosofia e società. Ennio Flaiano ha ancora molte cose da dire all’italiano di oggi. All’italiano antropologicamente inteso, come personaggio che nei secoli ha conservato immutato il proprio carattere, peggiorando sempre più con la modernità.

“Quel popolo di santi, poeti, navigatori, di nipoti e di cognati?” Come Pasolini, Flaiano vede lontano, proiettando sull’oggi i suoi amari aforismi, alternando un cinico umorismo all’umorismo cinico. Con l’ambizione tipica dell’italiano medio, di raccontare qualcun altro, vi raccontiamo Ennio Flaiano. Sceneggiatore dei film più importanti di Fellini (La strada, La Dolce vita), collaboratore di Pasolini e co-protagonista del fermento intellettuale della Roma degli anni ’50 e ’60, di Flaiano se n’è persa memoria.

Con la messa in scena dei testi dell’ autore de “La solitudine del satiro” e del “Diario degli errori”, vogliamo far rivivere alcune verità scomode, frizzanti non-sense, profonde frustate al nostro modo di vedere e di vedersi, aforismi graffianti e improbabili viaggi nella torbida consapevolezza del vivere. “Chi rifiuta il sogno deve masturbarsi con la realtà”.