Aeroporto Forlì FA-divise-e-logo

Eravamo intervenuti in occasione della visita di Bonaccini nel forlivese sul tema dell’aeroporto – ricorda il segretario territoriale del PD forlivese Daniele Valbonesima notiamo che, dopo l’ottima notizia di giovedì sull’approvazione dell’emendamento che finanzia lo stanziamento dei Vigli del Fuoco all’Aeroporto di Forlì, alcuni esponenti del centrodestra stanno ancora cercando di accaparrarsi il merito di questo primo passo verso la riapertura del Ridolfi”.

Abbiamo ormai risposto diverse volte a questi attacchi strumentali, ricordando che è stato il Governo attuale a sbloccare la situazione, mentre con quello precedente, targato Lega, la situazione dello scalo forlivese era nel caos – prosegue il segretario dem -. Bonaccini ha ricordato come la Regione abbia difeso le prospettive di rilancio dell’aeroporto Ridolfi di Forlì anche quando tutto sembrava perduto. Il presidente aveva precisato anche che, tra le altre cose, era stata data la disponibilità ad investire nell’adeguamento infrastrutturale dell’Aeroporto nella misura necessaria a garantirgli una sempre maggiore competitività”.

Nell’esprimere la grande soddisfazione per la notizia, speriamo che adesso si lavori all’unisono per raggiungere l’obiettivo della riapertura, cessando attacchi e dichiarazioni strumentali”, conclude Valbonesi.

UnPassoAvanti è il “motto” di Stefano Bonaccini – precisa il professore Claudio Vicininel suo percorso verso le Elezioni Regionali del 26 gennaio. E un grosso passo avanti è stato fatto in Parlamento grazie all’introduzione di un emendamento che rende possibile l’acquisizione di personale addetto alla sicurezza antincendio, essenziale all’apertura dello scalo dell’aeroporto Ridolfi di Forlì. Conosco personalmente molti degli attori di questo passaggio, primo fra tutti Marco Di Maio, al quale va riconosciuto il ruolo di grande trascinatore, in ogni momento. Forse è ancora presto per la allacciarsi le cinture, forse non è ancora tempo di scaldare i motori, il decollo non è ancora prossimo. Ma ora registriamo un sostanziale passo in avanti in questo lungo e accidentato percorso. Da cittadino di questa area, credo fortemente che la disponibilità di uno scalo aereonautico nel nostro territorio possa agire da volàno su molte attività che potrebbero potenziarsi in maniera anche imprevedibile. Per questo motivo, se sarò eletto in Consiglio Regionale il 26 gennaio, entrerò nella squadra che fino ad ora si è battuta per l’apertura dello scalo dell’ aeroporto di Forli’, cercando di fornire anch’io il mio personale contributo“.