Una delegazione sindacale composta da Delmo Crociani, segretario provinciale Ugl Forlì-Cesena comparto Autonomie Locali, e Francesco Petrucelli, componente del direttivo provinciale Forlì-Cesena del sindacato Ugl, comparto Autonomie Locali, ha incontrato martedì mattina il vicesindaco di Forlì, Daniele Mezzacapo. Materia del colloquio? Le annose problematiche del corpo della Polizia Locale.

Siamo ancora al palo sulle cosiddette ‘progressioni economiche’ che creano differenze tra operatori di pari anzianità lavorativa. Per non parlare della mancata corresponsione dell’indennità per servizi esterni, nonostante sia prevista dal contratto. C’è una cronica carenza di personale rispetto alla pianta organica prevista che costringe il personale in servizio a svolgere carichi di lavoro superiori alle loro possibilità e, ultima novità, per consentire l’apertura al pubblico dell’ufficio della Polizia Locale di corso Diaz (dalle 9,00 alle 12,00 e dalle 15,00 alle 18,00, fino al 6 gennaio, prima solo a giorni alterni) la ‘pattuglia centro storico’ verrà separata per garantire sia l’apertura dell’Ufficio che il controllo appiedato della piazza, con grave pregiudizio per la sicurezza dei lavoratori”: affermano i due sindacalisti dell’Ugl.

In particolare, Delmo Crociani e Francesco Petrucelli, stante il numero insufficiente di agenti, hanno evidenziato le difficoltà che si incontreranno nel garantire il richiesto e fino ad ora mai attuato 4° turno notturno, dall’una di notte alle 7,00 del mattino. Il vicesindaco Mezzacapo ha ascoltato, ha preso atto, ed ha ricordato che per l’impiego del corpo della Polizia Locale vale sempre il confronto con il Comando e prevalgono gli obblighi connessi alla partecipazione di Forlì all’Unione dei Comuni, ed ha nuovamente sottolineato – lo aveva fatto settimane fa in conferenza stampa – che l’amministrazione intende creare una graduatoria interamente forlivese da cui attingere per le nuove assunzioni in sostituzione del personale andato in pensione.

Sullo sfondo della questione i limiti e i vincoli, imposti dalla Regione, sulla possibilità del Comune di Forlì, finché resta in Unione, a raggiungere il pieno organico di 204 unità a fronte delle 132 attuali. Lo stesso vicesindaco ha assicurato a breve incontrerà assieme al sindaco Zattini gli operatori della Polizia Locale per un ulteriore confronto e ascolto e ha manifestato il proposito di agire con maggiore efficacia al fine di risolvere i problemi segnalati una volta per tutte. Un proposito, quest’ultimo, che l’Ugl attende e su cui vigilerà nel ruolo sindacale a tutela degli iscritti.