Paul Venturi & Max Sbaragli in concerto al Ferri e Menta

0

Domenica 10 novembre, alle ore 19,00 per il Forlì Blues Festival al Ferri e Menta di via Giorgio Regnoli 41 il talento del Blues Made in Italy, Paul Venturi, incomincia la sua avventura musicale con gli studi di chitarra classica per poi appassionarsi al Blues, sua vera vocazione. Dopo uno studio rigoroso e scientifico delle più antiche sonorità Delta, prende ad esibirsi come leader di trio o quartetti ottenendo un discreto successo nei locali e clubs della provincia di Modena. Nel corso degli anni, elabora un sound ed una lirica, che spaziano dalle più antiche atmosfere acustiche a quelle più graffianti, tipicamente elettriche. Importante l’incontro con l’armonicista Andreino Cocco che lo nota subito per il talento innato e la creatività musicale.

Il frequente utilizzo del falsetto, il sensuale vibrare della slide sulle sei corde e le liriche crude e spontanee rendono Paul Venturi uno dei più originali e bizzarri esponenti del Blues in Italia. Nonostante la giovane età, ha avuto modo di collaborare con esponenti internazionali del Blues come Brian Templeton, Louis Youngblood, Terry Harmonica Been, Robert Belfour e nella tourneé invernale del 2006 ha fatto coppia con l’ armonicista e cantante di New Orleans James Monque’ D col quale ha partecipato nel 2011 al grande “Jazz and Blues Heritage” Festival, il più importante al mondo, che si tiene a New Orleans ogni anno a fine maggio.

Little Paul, come lo chiamano scherzosamente i suoi amici, sarà accompagnato dal bassista Max Sbaragli col quale ha realizzato il bellissimo album “Cold and Far Blues”. Forlivese puro sangue, già bassista di Vince Vallicelli, Sbaragli rappresenta la figura più rigorosa del blues italiano, sia per la tecnica musicale, sia per lo stile di vita veramente bluesy, al limite della filosofia cajun.