mattia rossi, laforgia èviva

Trovo terribile l’affermazione del sindaco Zattini sul “diritto a non abortire” frase da volantino del popolo della famiglia… Semmai occorrerebbe dire che la L.194 è una legge che va applicata, anche perché non esiste un diritto a non abortire esiste il diritto o delle donne a decidere del proprio corpo e dovrebbero preoccupare di più i crescenti casi di obiezione di coscienza che limitano questa libertà e con essa la tutela della salute delle donne costrette a ricorrere all’aborto clandestino” attacca Mattia Rossi di èViva Forlì.

Un’Amministrazione in uno stato laico ha il dovere di far rispettare le leggi e di non inventare false ragioni a giustificazione della scarsa natalità nella nostra città. Le vere ragioni sono, come in tutta Italia, economiche e sociali. Un’Amministrazione deve creare le condizioni e il contesto migliori per dare l’opportunità di creare famiglie nuove. Educazione a una sessualità consapevole, contributi per la casa, piani di inserimento nel mondo del lavoro e salari decorosi, la realizzazione di una vera parità tra donne e uomini, questi sono solo alcuni temi su cui lavorare per dare ai giovani la possibilità di crearsi una famiglia. Tutto il resto è demagogia” così il coordinatore di èViva Forlì Mattia Rossi sulle dichiarazioni del sindaco Zattini.