Mariposas: ali contro la violenza sulle donne, V edizione

0

In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza alle donne istituita dall’Onu nel 1999 in ricordo delle sorelle Mirabal uccise barbaramente dal regime dominicano proprio il 25 novembre del 1960, il Tavolo Permanente delle Associazioni contro la violenza organizza “Mariposas: Ali contro la violenza sulle donne“.

L’evento, che porta il nome Mariposas – Farfalle, perché così le tre sorelle Mirabal erano e sono note, è giunto alla sua 5° edizione e si svolgerà domenica 24 novembre alla Sala Sangiorgi dell’Istituto Musicale Angelo Masini in corso Garibaldi 98 a Forlì.
Alle ore 15,00 verrà messo in scena lo spettacolo “La Colombina furiosa ovvero anche fra i burattini è sempre la stessa storia… che porta infine alle parole ribelli delle donne”. I bambini guardano e ascoltano e dal teatro di figura, con rappresentazione a dimensione ludica, possono arrivare ai piccoli stimoli educativi alla non violenza e al rispetto di genere.

Alle ore 16,30 un filo sottile, fatto di note musicali eseguite dagli allievi del Masini, legherà poi le magiche marionette alla musica. Infine, dopo la merenda offerta ai piccoli, alle ore 17,00 spazio alle parole delle donne con la presentazione, a cura dell’Anpi Provinciale e Comunale di Forlì, del libro di Claudio Visani.

“La ragazza ribelle“ alla presenza dell‘autore e della protagonista del libro, Annunziata Verità, con letture di Gianfranco Miro Gori, Presidente Anpi Provinciale. Alle ore 19,00 concluderà il pomeriggio un aperitivo con i vini offerti da Poderi dal Nespoli.
Mariposas 5° Edizione si realizza grazie alla collaborazione del Tavolo Permanente delle Associazioni contro la violenza alle donne, di Anpi Provinciale e Comunale Forlì, dell‘Istituto Musicale Angelo Masini, dei burattini di Christian Waldo e con il sostegno di CNA Impresa Donna. I fondi raccolti saranno interamente devoluti alla Casa Rifugio, che ospita le donne vittime di violenza, gestita dal Centro Donna del Comune di Forlì. Le famiglie coi loro bambini e la cittadinanza tutta sono invitati a partecipare.