Start-Romagna-a-Forlì

Giovedì 21 novembre, con inizio alle 20,30, si terrà nella Sala Melozzo in piazza Melozzo 8/10 a Forlì l’incontro pubblico “auto(BUS) in Centro” sul tema della mobilità in Centro Storico, ed in particolare sul ritorno di bus e auto in piazza Saffi. A promuoverlo un nutrito gruppo di comitati e associazioni che comprende i quattro quartieri del Centro Storico, il Tavolo delle Associazioni Ambientaliste di Forlì, Regnoli 41, Commercianti e Residenti di via Regnoli e corso Mazzini, Slow Food Forlì, Fridays For Future, Parents For Future, La materia dei Sogni.

In quanto portatori di interesse, in maniera trasversale, apartitica e apolitica, di una larga parte di cittadinanza, ci sentiamo accomunati dalle preoccupazioni emerse in seguito ai numerosi articoli nei quali si prospettavano, da parte di svariati soggetti, compresi esponenti della stessa Giunta, propositi che non riteniamo rispondenti alle esigenze di rilancio del Centro Storico, alla sua maggiore vivibilità e attrattività commerciale, turistica, residenziale.

L’Amministrazione, dobbiamo dargliene atto, si è resa da subito disponibile ad ascoltarci e tenerci informati circa gli sviluppi della vicenda; in un recente incontro dei quartieri del Centro Storico con gli assessori Petetta e Cintorino è stata delineato uno dei possibili scenari, da adottare in via sperimentale, che prevede il passaggio di almeno quattro linee extraurbane e due urbane in Piazza Saffi, oltre alle cinque che già vi transitano.

Provvedimenti in controtendenza rispetto alle migliori esperienze, italiane ed estere, di riqualificazione urbana, che comportano un aggravamento dei carichi di traffico proprio nel cuore del Centro Storico, e conseguentemente l’aumento di inquinamento atmosferico ed acustico, rischiando di indebolire più che di rafforzare le positive, seppur circoscritte, esperienze degli ultimi anni. Altre esperienze simili sono in corso o in procinto di partire, in altre zone del Centro Storico. L’incontro di giovedì sarà da parte nostra un primo momento di illustrazione e confronto con la città su questi temi, al quale tutti sono invitati a partecipare. E al quale speriamo di poter dare seguito.