Basket-Forli-Fortitudo-Bologna

Lo Sporting Club Juvecaserta che scenderà in Romagna per affrontare l’Unieuro Forlì nella gara valevole per l’ottava giornata di campionato è una compagine che in trasferta fino ad ora ha raccolto tutti i punti della propria classifica deficitaria. I ragazzi di coach Gentile hanno un record in perfetto equilibrio, 2 vinte e 2 perse: le vittime illustri dei bianconeri sono Udine e Piacenza mentre hanno dovuto soccombere alla maggior prontezza di Verona alla prima giornata e lottando contro Ravenna. Gli infortuni hanno sicuramente impedito allo staff tecnico di lavorare al massimo e condizionato questo inizio di stagione.

Marco Giuri, che con tutta probabilità guiderà la squadra in cabina di regia, è giocatore abituato a vincere la categoria, l’ha già fatto ai tempi di Brindisi dove tra l’altro ha giocato anche in Serie A; in questa stagione viaggia con quasi 15 punti di media in 36 minuti di utilizzo regalando anche 4,7 assist al bacio ai compagni che mette sapientemente in ritmo.
Al tuo fianco giocherà la guardia statunitense Seth Edwin Allen nato a Fairfax, Virginia, il 20 ottobre 1994; dopo aver frequentato la Fredericksburg Christian School di Woodbridge, ha partecipato nel biennio 2012/2014 al campionato NCAA con la Maryland University; ha, poi, completato gli studi universitari presso la Virginia Tech University con cui, nell’ultimo anno, ha collezionato 32 presenze nel campionato NCAA, con una media di 13,3 punti a partita, tirando con il 60% da 2 ed il 44% da 3. Un giocatore di grande talento chiamato a completare il pacchetto di esterni dopo l’infortunio di Swann.

Andrea Valentini e Mirco Turel occuperanno gli spot di “ala forte” e “ala piccola” del quintetto base facendo di esso una fuori serie pronta a correre; l’ex Imola gioca quasi 21 minuti a gara mentre Valentini poco meno di 9; l’apporto dei due in termini di punti è molto basso, Turel non arriva alla doppia cifra(6,4), mentre per Valentini questa rappresenta addirittura un miraggio.

Completa il quintetto base l’americano Michael Carlson ala-centro di 206 cm., nato a Superior nello Stato del Wisconsin, il 17 giugno del 1991. Dopo aver frequentato la Marshall High School e l’Hope College, nel 2010 si è trasferito alla Truman University nel Missouri con cui ha disputato il campionato universitario dove, nell’ultima stagione, ha fatto registrare una media di 21,3 punti, 7,2 rimbalzi e 1,8 assist in 27 gare, tirando con il 54% da 2, il 40% da 3 e l’80% ai liberi, aggiudicandosi il titolo di giocatore dell’anno. Conclusa la carriera universitaria, dove è stato anche tra i migliori studenti dell’Ateneo, è stato contrattualizzato dalla formazione del South West Metro Pirates, partecipando a 15 partite del massimo campionato australiano (26,5 punti, 8,5 rimbalzi e 3,7 assist). L’anno successivo è approdato in Europa, firmando per la formazione del Clavijo Logrono, dove è rimasto per due stagioni. La sua esperienza spagnola è continuata anche nel biennio 2015/2017, prima con la formazione del Gipuzkoa BC San Sebastian, conquistando tra l’altro la promozione alla massima serie iberica e dal febbraio 2018 con la Union Financiera Baloncesto Oviedo. La scorsa stagione è approdato in Italia chiamato dalla Benacquista Latina, con cui ha disputato 33 partite del campionato di serie A2 con una media di 16,2 punti e 5,2 rimbalzi, tirando con il 58% da 2, il 41% da 3 ed il 78% ai liberi.

Con Marco Cusin dovrebbe formare una super coppia quando quest’ultima sarà a pieno regime, l’ex nazionale azzurro che nell’ultima gara non è andato neppure a referto, gioca 3 minuti e spicci realizzando 8,8 punti; per ora si dovrà barcamenare da solo sfruttando quando è possibile l’aiuto di Paolo Paci dalla panchina.
Panchina dove si accomoderanno anche, prontissimi a dare una mano, Norman Hassan, Tommaso Bianchi e Dimitri Sousa con il primo che gioca più di 25 minuti a gara realizzando quasi 8 punti di media, insomma un vero e proprio sesto uomo.
La banda Gentile, forse all’ultima panchina in caso di sconfitta, arriverà in Romagna desiderosa di un altro scalpo eccellente dopo quello colto in Friuli. L’Unieuro però dovrà cercare di trovare nuovo slancio dal calore del proprio pubblico per cominciare bene una settimana che porterà in dote altre due partite chiudendosi contro Verona in casa passando per Montegranaro e trovare nuova linfa per la propria classifica.