Fumettoteca-Alessandro-Callegati-Calle-Giornata-Violenza-Donne-2019

La Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle” aderisce alla “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne“, con la proposta della apertura straordinaria per domenica 24 novembre, dalle ore 14,00 alle 18,00. Un pomeriggio presso la sede fumettotecaria, in via Curiel 51 a Forlì, per visionare l’esposizione consultabile dal titolo “Il Pennello contro il Pugno”, visioni per sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema attraverso l’uso della Nona Arte.

La violenza contro le donne è, senza alcun dubbio, un ostacolo al raggiungimento dell’uguaglianza, dello sviluppo e della pace mondiale. Le donne, donne giovani, donne anziane, donne con disabilità, donne appartenenti a gruppi minoritari, donne rifugiate, donne migranti, donne detenute, donne in situazioni di conflitto interiore, donne particolarmente vulnerabili alla violenza, poste e proposte sotto un atipico aspetto, attraverso la lente del medium fumettistico. A rimarcare il tutto, sulla locandina dell’evento, Eva Kant con una affermazione, chiara e diretta: “Chi usa violenza sulle donne non è un uomo”. Fumetti in omaggio, fino ad esaurimento, per il pubblico presente.

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, richiamando la dichiarazione sull’eliminazione della violenza contro le donne, adottata con la risoluzione 48/104 del 20 dicembre 1993 e la sua risoluzione 52/86 del 12 dicembre 1997 dal titolo “Misure in materia di prevenzione dei reati e di giustizia penale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, con la convenzione sull’eliminazione di tutte le forme di discriminazione contro le donne e la convenzione contro la tortura e altri trattamenti crudeli, inumani o degradanti, decide di dichiarare il 25 novembre “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, invitando i governi, agenzie, enti, fondi e programmi delle Nazioni Unite e di altre organizzazioni internazionali e le organizzazioni non governative ad organizzare attività volte a prevenzione e informazione. La Fumettoteca Regionale Alessandro Callegati “Calle” aderisci a tale proposta invitando il proprio pubblico, grazie all’iniziativa promossa per tale scopo, a riconsiderare la situazione sociale nel contesto della violenza contro le donne.

CONDIVIDI
Articolo precedenteInaugurazione del nuovo orario della Biblioteca Roberto Ruffilli
Articolo successivo"Portami a brillare” alla Fiasca
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.