lodovico zanetti

«Esaltato dal clamore mediatico di Bibbiano, il centrodestra forlivese, al momento incapace di produrre alcunchè, tranne gloriarsi del lavoro fatto dalle giunte precedenti, attribuendosene i meriti, ha proposto la strumentale commissione di inchiesta (già derubricata da indagine, per non cadere troppo nel ridicolo) sugli affidi a Forlì.

La montagna ha partorito un topolino, dieci casi da seguire. Ora, qualcuno dovrebbe spiegarmi come consiglieri comunali delle più varie provenienze, tipo avvocati, commercianti, insegnanti, potrebbero capire se e come professionisti come psicologi, assistenti sociali e giudici abbiano sbagliato (per colpa grave o per dolo).

Sarebbe comico se non fosse che si faranno soffrire famiglie che hanno già vissuto traumi, bambini che rischiano di essere vittime di giochi politici, genitori affidatari. Un brutto spettacolo. Se c’erano dubbi, esisteva una strada più semplice. Affidare le indagini a chi ha i mezzi e la capacità, ovvero la la magistratura. Semmai dopo, a fatti accertati (che in questo caso dubito fortemente esistano) cercare le responsabilità politiche. Ma certo sarebbe poco utile dal punto di vista del tornaconto mediatico di chi cerca consensi che sta perdendo…».

Lodovico Zanetti presidente Anpi Sezione di Forlì