vigneti Bertinoro

Bertinoro celebra il suo tesoro più prezioso, l’Albana. Lo fa con ‘Vino al vino’, due giorni dedicati alla cultura enologica, con un ricco ventaglio di appuntamenti.
Clou della manifestazione sarà la III edizione del Master dell’Albana Docg, in programma per domenica 13 ottobre, mentre nella serata di sabato 12 ottobre il centro di Bertinoro si animerà con l’evento “L’Emilia Romagna nel calice”, che offrirà ai partecipanti l’opportunità di degustare i grandi vini della regione, abbinandoli con i prodotti tipici del territorio. A promuovere la manifestazione, il Comune di Bertinoro, il Consorzio Vini di Romagna, il Consorzio Vini di Bertinoro e l’Associazione Italiana Sommelier Romagna.

Primo vino bianco in Italia ad aver ottenuto la Docg, fin dal 1987, l’Albana ha ormai cancellato da tempo lo stereotipo del ‘vino dolce da accompagnare alla ciambella’, per collocarsi a buon diritto nell’Olimpo dei grandi ‘bianchi’ italiani, grazie al grande lavoro di tanti produttori eccellenti del territorio, che hanno saputo offrire al mercato prodotti di altissima qualità e piacevolezza, sia nella versione secco che in quelle passito e spumante, fino all’ultima frontiera della macerazione in anfora.

A connotarlo e a renderlo inimitabile è la sua identità territoriale: i vitigni dell’Albana crescono in un’area di circa 900 ettari che si estende fra le colline del Cesenate e quelle a sud di Bologna. Un centinaio le cantine produttrici, che ogni anno, attualmente, licenziano circa 700.000 bottiglie (ma potenzialmente si potrebbe arrivare a due milioni).
In questo contesto, un posto di riguardo lo occupa la produzione delle colline di Bertinoro, per le quali gioca un ruolo decisivo la presenza dello Spungone, la roccia scaturita da una barriera corallina preistorica. Lo Spungone costringe le radici delle viti a penetrare in profondità aggrappandosi alle rocce del sottosuolo, regalando così ai vini caratteristiche di grande pregio.

Ad inaugurare la due giorni di ‘Vino al vino’ è un appuntamento che coniuga tradizione e innovazione. Si tratta di un istawalk, cioè una passeggiata in ottica Instagram, alla scoperta dello Spungone di Bertinoro e dei suoi vini. Pensata per chi ha un profilo Instagram e vuole conoscere meglio le potenzialità del social network e i trucchi fotografici per conquistare più “seguaci”, la passeggiata sarà guidata da Instagramers Forlì Cesena nell’ambito del progetto La Romagna dello Spungone.

L’appuntamento è per le ore 15,00 di sabato 12 ottobre in piazza della Libertà di Bertinoro. La partecipazione è gratuita: basta presentarsi sul posto all’ora indicata, avere uno smartphone con installato Instagram ed essere pronti a mettersi in gioco, partecipando al contest e condividendo stories. I partecipanti all’istawalk, inoltre, riceveranno uno sconto per l’evento-degustazione L’Emilia-Romagna nel Calice in programma dalle 18,30 in Piazza della Libertà. Sempre nel pomeriggio di sabato 12 ottobre, la Sala della Riserva Storica ospiterà due laboratori di degustazione, a cura di Ais Romagna, che vedranno un confronto al vertice fra l’Albana e i grandi vini bianchi del Friuli Venezia Giulia. A guidarli saranno i docenti Ais Vitaliano Marchi (autore, insieme a Giovanni Solaroli, del primo libro sull’Albana) e Marco Casadei, vincitore nel 2017 del primo Master dell’Albana e del Master del Friulano.

Si comincia alle ore 15,00 con il laboratorio “Stili e territori a confronto”: protagoniste quattro Albana eccellenti raccontate e degustate in comparazione con quattro vini del territorio friulano. Alle ore 17,30 prenderà il via il secondo laboratorio, dedicato a “Macerazione, anfora, appassimenti”, che schiererà quattro esemplari di Albana secchi o passiti e altrettanti prodotti provenienti dal Friuli. Il costo di partecipazione al primo laboratorio è di 30 euro, per il secondo è di 40 euro. Per chi partecipa a entrambi i laboratori è previsto un prezzo scontato di 60 euro. Pagamento tramite sito Ais Romagna: www.aisromagna.it.

Vino al Vino incontra i grandi vini dell’Emilia-Romagna in una serata all’insegna del gusto e dei sapori del territorio. I banchi di assaggio saranno in funzione dalle 18,30 fino alle 23,00 in piazza della Libertà (in caso di maltempo nel teatro e chiostro dell’ex Seminario). Ospiti d’onore i vini del Consorzio Bertinoro, con un corner dedicato. Ad accompagnare le degustazioni, ci saranno i prodotti tipici come i grandi salumi emiliani, i formaggi romagnoli firmati Caseificio Mambelli e, per i più golosi, il cioccolato d’autore di Gardini.
Il costo d’ingresso è di 15 euro e comprende: calice, taschina, degustazione libera dei vini e ticket per assaggi food e la Guida “Emilia Romagna da Bere e da Mangiare”. 

La serata di “L’Emilia-Romagna nel calice” si arricchisce con un appuntamento d’eccezione. Alle 21,30, nella Sala del Palazzo Comunale si terrà un incontro-concerto con Simon Lee, famoso direttore d’orchestra, consulente musicale della Pixar e collaboratore di lunga data del compositore Andrew Lloyd Weber, con cui ha lavorato in numerose produzioni, fra cui i celeberrimi “Jesus Christ Superstar” e “Il fantasma dell’Opera”. Al suo fianco ci sarà Luca Damiani, giornalista, critico musicale, voce storica di Radio3, nonché direttore artistico di Entroterre Festival. Alla serata interverrà anche la chef designer Fabrizia Ventura, chef designer e docente Miur, ideatrice e promotrice del marchio Cook Design ITALY. Nel corso dell’incontro saranno presentati alcuni futuri progetti culturali del Comune di Bertinoro.
Nell’occasione saranno esposti nel Salone alcuni lavori dell’artista Felice Nittolo che ha firmato l’opera della Festa dell’Ospitalità 2019. Posti limitati. Sarà data priorità d’accesso ai possessori del ticket di partecipazione alla serata “L’Emilia – Romagna nel calice”.

Gran clou della due giorni bertinorese, le prove pubbliche (play off e finale) del III° Master Romagna Albana Docg, in programma domenica 13 ottobre alle ore 16,00 nella cornice della Chiesa di San Silvestro. A sfidarsi saranno 10 sommelier degustatori, provenienti da tutta Italia, impegnati fin dal mattino con le prime prove di selezione, svolte a porte chiuse. Da esse scaturiranno i 4 campioni che gareggeranno davanti al pubblico, cimentandosi nella degustazione alla cieca, mettendo in scena una vera e propria presentazione di fronte a ipotetici clienti, abbinandone i desideri gastronomici a vini prestigiosi, decantando vecchie bottiglie e rispondendo a insidiose domande. A decretare il vincitore, valutando le capacità di degustazione, comunicazione e racconto, competenza, studio e conoscenza dei vini, capacità manageriale e gestionale dei concorrenti, sarà una giuria di esperti, composta da rappresentanti della somellerie nazionale e romagnola e del Consorzio Vini di Romagna. Ne fa parte, di diritto, anche il vincitore dell’edizione precedente del Master.
Una ulteriore Giuria formata da produttori determinerà un Premio Speciale al Miglior Sommelier comunicatore del Romagna Docg Albana scelto fra i quattro finalisti.

In occasione di ‘Vino al vino’ si celebra anche il matrimonio fra l’Albana e la cucina del territorio. Nella giornata di domenica 13 ottobre, sia a pranzo che a cena, i ristoranti di Bertinoro proporranno l’abbinamento fra un piatto del loro menù e una tipologia di Albana.
Sabato e domenica sarà in funzione un servizio di navetta gratuita per il centro storico dai parcheggi di via Allende e via Badia. La navetta sarà in funzione nei seguenti orari: sabato dalle 15,00 alle 00,20, domenica dalle 15,00 alle 19,00.