musei san domenico foto di rosalda naldi

Sabato 2 novembre nella Sala del Refettorio dei Musei San Domenico, alle ore 16,30 “Socrate, un lessico civile” con il commento di Andrea Panzavolta. Esecuzione dell’opera per voce e pianoforte “Socrate” di Erik Satie, interpreti Marina Maroncelli ed Elena Bernardi (soprano), Lorenzo Lucchi (pianoforte).

Sarà Andrea Panzavolta, il direttore artistico di Passioni in musica, a sostituire Lucrezia Ercoli, impossibilitata per motivi di salute, nel terzo evento dedicato al filosofo ateniese che dà il titolo alla rassegna. Sulla scorta dell’Apologia di Socrate, del Critone e del Fedone – una trilogia in sé compiuta, che segue il filosofo dal processo alla sua condanna a morte – Panzavolta proporrà un personale lessico civile, enucleando alcuni lemmi capaci di porsi quali punti fermi in mezzo agli incerti e confusi tempi che stiamo vivendo.

La parte musicale, invece, propone un autentico gioiello del Novecento, il Socrate, opera per voce e pianoforte di Erik Satie, interpretato dai soprani Marina Maroncelli e Elena Bernardi, e dal pianista Lorenzo Lucchi. L’opera, suddivisa in tre parti (Ritratto di Socrate; Lungo le rive dell’Ilisso; Morte di Socrate), prese corpo nel 1918 dopo circa due anni di gestazione. Il tema è quello della morte di Socrate, che il compositore francese ripropone con la purezza, la semplicità e la bellezza attinte dai dialoghi platonici, attraverso un ritmo monotono e un’atmosfera statica e lineare.