Morgagni: “Per il centro storico meno propaganda e più condivisione politica”

0

Ancora una volta il sindaco Zattini, interrogato sulla questione delle automobili in centro storico (in questo caso da un question time presentato dal Movimento Cinque Stelle durante il Consiglio comunale di lunedì 14 ottobre Ndr), fornisce una risposta contraddittoria e in contrasto con quanto affermato in altre occasioni da lui stesso e da altri esponenti della Giunta. Dopo “le auto si” e le “auto no”, ieri infatti è toccato al “le auto forse, vediamo, stiamo ancora valutando”. Queste incoerenze sono inevitabili quando si agisce, come fa la maggioranza, al di fuori di un quadro organico e di una visione di riferimento, rincorrendo i titoloni sulla stampa e gli annunci shock e rifuggendo invece le sedi istituzionali deputate al dibattito e al confronto” scrive in una nota Federico Morgagni capogruppo “Forlì e Co.“.

Intervenendo in Consiglio a nome dei gruppi dell’opposizione di centrosinistra, ho sottolineato i limiti del metodo adottato dalla Giunta e avanzato la nostra proposta alternativa. Una proposta che sceglie la strada della trasparenza, del confronto e della condivisione con tutti gli attori della città. Infatti i nostri gruppi hanno presentato un documento con il quale chiediamo l’avvio di una istruttoria pubblica speciale sul centro storico” continua Morgagni.

Con questa procedura in Consiglio comunale si aprirà un pubblico dibattito che permetterà ad esperti e rappresentanti di associazioni di cittadini, di categoria, organizzazioni sindacali, rappresentanze di studenti, ambientalisti, ecc. di confrontarsi nella giusta sede istituzionale per definire insieme il volto del centro storico della Forlì del futuro. La speranza è che la maggioranza accolga la nostra proposta, comprendendone il valore come occasione di partecipazione e dibattito democratico, e abbandoni per una volta l’autoreferenzialità e la pretesa di autosufficienza che troppo spesso ha manifestato negli ultimi mesi” conclude l’esponente di Forlì e Co.