Si è svolta lo scorso fine settimana a Bastia Umbra la prima delle tre prove di qualificazione alla finale del campionato italiano assoluto che ci sarà in giugno a Napoli a cui potranno partecipare solo i migliori 48 per arma. Quasi 1600 gli schermitori delle varie specialità, spada, sciabola e fioretto, a contendersi un posto tra i primi sedici della classifica che saranno da subito sicuri di partecipare.

L’anno scorso ci riuscì Dario Remondini (ottavo assoluto) che purtroppo quest’anno si ferma a un passo dal bis classificandosi 17°, primo dei forlivesi con i compagni di squadra a seguirlo più lontani in classifica. Anche tra le femmine nulla di fatto e la migliore Alice Franchini a chiudere nelle prime 64 della graduatoria.

Nella spada maschile vittoria della fiamma oro Davide Di Veroli e tra le donne Rossella Fiamingo (gruppo sportivo Carabinieri). Nel frattempo, mentre procede a ritmo serrato l’organizzazione dei Campionati Italiani U23 affidata quest’anno al Circolo Schermistico Forlivese, gara in prova unica si terrà al Pala Galassi il 30 novembre e 1 dicembre a cui sono attesi quasi 1000 atleti con quasi tutti i migliori italiani, la Federazione Italiana Scherma ha premiato per il secondo anno consecutivo la società forlivese come prima classificata nella spada under 14.