Sabato 26 ottobre alle ore 9,45, si terrà il convegno dal titolo “L’agricoltura nella Romagna Toscana, dalle riforme leopoldine alla cattedra ambulante di Rocca San Casciano”, nella sala del Consiglio Comunale di Rocca. L’iniziativa, promossa dal Comitato della Romagna Toscana per la promozione dei valori risorgimentali, dall’Associazione ProRocca e dal Museo Macchine Agricole Romagna, ha ricevuto anche il Patrocinio del Comune.

Scopo del convegno, raccontare l’evoluzione sociale e tecnologica del mondo rurale toscano ed appenninico, partendo dall’istituzione dell’Accademia Dei Georgofili, alla Società di Orticoltura Toscana, fino all’istituzione delle Cattedre Ambulanti di Agricoltura, di cui quella rocchigiana fu una delle più attive, grazie soprattutto alla figura del suo più importante rettore: Dante Laghi. Non mancheranno richiami agli aspetti sociali e politici; si affronterà infatti il tema dei cambiamenti che porteranno il contadino, da emblema di arretratezza culturale, a tecnico altamente specializzato. Il convegno, moderato da Luigi Pieraccini, presidente del Comitato della Romagna toscana, sarà animato da importanti e qualificati relatori: Fabio Bertini dell’Università di Firenze, Ivano Vespignani, storico locale e ricercatore e Giacomo Zanibelli di Unicollege, componente del Consiglio Internazionale dell’European Rural History Organization (organizzazione europea della storia dell’agricoltura).

Al termine del convegno verrà inaugurata presso l’ex chiesa del convento dei frati minori, una mostra a cura del MU.MA.R., con antichi strumenti agricoli, macchine, documenti e fotografie legate al territorio, fra questi, una seminatrice e aratro di legno della fine 800 e gli attrezzi utilizzati per la pigiatura dell’uva con i piedi (tino, mastello e tappatrice degli anni 30’). La mostra, ad ingresso gratuito, sarà visitabile nei fine settimana del 3 novembre (in concomitanza con la 16° Sagra dei sapori e mercati d’autunno della Romagna Toscana) e del 10 novembre con il seguente orario: sabato e domenica dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 16,00 alle 19,00 o su appuntamento, chiamando il numero 3394286458.