Agribertocchi Orzinuovi – Unieuro Forlì: 67-84

Agribertocchi Orzinuovi: Mekowulu 19 (6/11), Bossi 17 (4/7, 2/4), Negri 9 (3/10, 0/2), Parrillo 8 (0/2, 2/3), Smith 6 (3/5, 0/2), Siberna 5 (1/4, 1/2), Galmarini 3 (0/5), Ferraro (0/1), Perin, Guerra n.e. All. Salieri.
Tiri da due: 17/45 (38%). Tiri da tre: 5/13 (38%). Tiri liberi: 18/26 (69%). Rimbalzi: 32 (9+23). Assist: 13.
Unieuro Forlì: Watson jr 16 (3/7, 3/5), Giachetti 15 (5/9, 0/2), Petrovic 12 (2/4, 2/3), Marini 11 (4/7, 0/3), Ndoja 11 (4/6, 1/2), Bruttini 11 (4/4), Benvenuti 5 (2/5), Rush 3 (1/4, 0/3), Kitsing, Campori. All: Dell’Agnello.
Tiri da due: 25/46 (54%). Tiri da tre: 6/18 (33%). Tiri liberi: 16/24 (67%). Rimbalzi: 41 (11+30). Assist: 13.
Parziali: (20-28; 42-47; 55-67).

Forlì rimedia al passo falso casalingo nel derby con Ravenna vincendo la prima trasferta del campionato. Dell’Agnello fa partire in quintetto Watson Jr, Marini, Rush, Ndoja e Bruttini. Sono le giocate in post passo di Bruttini ad aprire la gara e rispondere ai canestri di Bossi (11-12). L’attacco biancorosso gira abbastanza bene, e le due triple di Watson Jr, oltre a quella di Petrovic, valgono il primo allungo biancorosso, con il quarto che si chiude sul 20-28 con un appoggio di Giachetti sulla sirena.

L’Unieuro comincia il secondo quarto con due giochi da 3 di Marini e Giachetti, ai quali rispondono 6 punti di Parrillo (29-33). È Benvenuti a ridare margine di vantaggio ai biancorossi con due canestri per il 30-37, che diventa +9 (33-42) con il libero di Giachetti dopo il tecnico alla panchina di casa. Nel finale di quarto Orzinuovi rientra fino a -3 (42-45), ma è ancora una giocata sulla sirena, questa volta di Petrovic, a chiudere il primo tempo: 42-47.

L’Unieuro Forlì comincia il terzo periodo con il piede giusto, trascinata dai canestri e dall’agonismo di Ndoja (43-51). Per un attacco che funziona bene, c’è una difesa che fa altrettanto, ed è qui la svota della partita: nei primi 4’ di terzo periodo, gli unici punti subiti arrivano da due liberi di Parillo, e il primo canestro dal campo subito arriva solo dopo 6’ (49-58). L’Unieuro prende il largo sul finale del quarto, che si chiude sul 55-67.
Nel quarto periodo, le cose non cambiano: difesa e buona circolazione offensiva rimangono le costanti della gara dei biancorossi, che allungano fino al +20 ancora con le giocate di Ndoja e Watson JR (61-81). Il punto esclamativo del match arriva con la schiacciata di Rush sull’assist di Watson JR. Il finale 67-84.

Dell’Agnello a fine partita commenta: “In attacco siamo stati tutti coinvolti, ne abbiamo portato 6 in doppia cifra per merito dei giocatori e del loro passarsi la palla. Abbiamo messo in campo una difesa importante soprattutto nel secondo tempo, perché siamo stati bravi a chiudere gli spazi. Abbiamo giocato un match molto sostanzioso”.

CONDIVIDI
Articolo precedenteThe capanon
Articolo successivoUn gioiello Mediterraneo
Lo Staff comprende tutti i membri di 4live. Attivo fin dalla nascita di 4live (01.07.2011) ha lo scopo di comunicare tutte le informazioni e novità relative al nostro progetto.