David-Pop-e-Saverio-Pellecchia calcio Forlì

Al momento la classifica del Forlì non è certamente entusiasmante (12° posizione a quota 6), ma la squadra di Paci soprattutto dopo l’ultima gagliarda esibizione di domenica scorsa, dà la sensazione, molto più dei punti in classifica, di essere particolarmente vicina ad assumere la connotazione di formazione tosta e determinata. Il buon pareggio con il quotatissimo Mantova ne è la riprova. Ma un robusto rafforzamento, alla luce anche dei recenti infortuni, è parso necessario per non smarrire la strada intrapresa. E difatti il ds Carlo Di Fabio, ovviamente autorizzato dalla società, si è messo subito in moto portando a termine due operazioni di mercato (che comunque erano nell’aria visto che i due giocatori erano già “in prova” da settimane). Si è pensato così di rafforzare il fronte offensivo e la Terra di Mezzo per dare maggior equilibrio.

Sono arrivate, infatti, in queste ore le ufficializzazioni degli ingaggi di un attaccante (Saverio Pellecchia nella foto a destra) e di un centrocampista (David Pop nella foto a sinistra). Pellecchia, esterno offensivo, nato ad Aversa 31 anni fa, ha disputato le sue migliori stagioni a Brindisi (nel 2013/14 12 reti in 32 presenze in serie D) e a Melfi (2010/11 con 11 gol in 23 partite ma in C2).

David Pep – giovane centrocampista in orbita Cesena ma che da un mese si allenava col Forlì – resta quindi fino a fine stagione in biancorosso dopo l’accordo tra le due società romagnole. Di seguito il comunicato ufficiale della società forlivese.

“Il Forlì F.C. comunica di avere ingaggiato l’attaccante Saverio Pellecchia. Nato il 9 novembre 1988 ad Aversa, Saverio è cresciuto nelle giovanili dell’Empoli, ha vestito le maglie di Cuoiopelli, A.S. Melfi, Brindisi, Martina, Bisceglie calcio, Pianese, Giulianova, Avezzano e Albalonga”. Trovando pure l’accordo col centrocampista David Pop. Nato il 16 settembre 1999 a Timisoara (Romania), è cresciuto nelle giovanili della Poli Timisoara dove ha esordito in Liga 2 la scorsa stagione. Per David questa è la prima esperienza in Italia.