Basket

Un sabato sera per conquistare due punti, un sabato sera per riconquistare i cuori dei tifosi, un sabato sera per aumentare l’autostima; questo il sabato sera che aspetta l’Unieuro Forlì a Montichiari.
L’Agribertocchi Pallacanestro Orzinuovi affiderà le chiavi della propria regia a Stefano Bossi e Tarin Smith nativo di Ocean Township (New Jersey); Tarin Antonio Smith comincia la propria carriera cestistica alla St. Anthony High School di Jersey City, facendo registrare 15 punti di media a partita. Smith si trasferisce nell’annata da “freshman” al Nebraska University, collezionando 31 presenze con un high-season di 13 punti contro Ohio State, seguito da un biennio speso a Duquesne, dove, nella stagione 2016/2017, è il primo giocatore della squadra per assist e palle rubate, mentre in quella successiva, in qualità di “senior”, è in grado di scrivere a referto 12.4 punti, conditi da 3 rimbalzi e 3.2 assist ad ogni allacciata di scarpe. Il rookie approda ad Orzinuovi in seguito ad una singola stagione trascorsa tra le fila degli Huskies di UCoon partecipando al campionato di NCAA sotto la guida di coach Bob Hurley.

Il classe 94 di origini triestine nella scorsa stagione ha vestito la canotta della Ucc Piacenza, dove durante la preparazione subisce un infortunio al ginocchio che lo tiene fuori gioco per quasi tutta la stagione; rientra a 9 giornate dalla fine producendo 3 punti in circa 10 minuti di permanenza sul parquet.

Matteo Negri completa il reparto esterni a disposizione del proprio allenatore in un quintetto base di tutto rispetto. Dopo l’esperienza con Montegranaro cerca nuovi stimoli a nuove latitudini sperando di poter contribuire alla salvezza dei suoi con prestazioni come quelle, che i tifosi forlivesi ricordano a malincuore, della stagione passata.
Il ferro dei padroni di casa sarà difeso, con tutta probabilità ed almeno inizialmente dalla coppia composta da Massimiliano Ferraro e Christian Mekowulu, il primo proveniente da Cesena, dopo una lunga trafila nelle minors, prova a tornare ad alti livelli nella seconda serie del basket italiano che ha già assaggiato da giovanissimo a Trieste. In Romagna ha totalizzando 5 punti in 19 minuti di permanenza sul parquet ed è stato recentemente avversario proprio della Pallacanestro Orzinuovi nella finale playoff che ha visto trionfare i bianco-blu in gara5.

Christian Mekowulu, centro classe ’95 di 205 cm per 110 chili, originario di Lagos in Nigeria completa il quintetto di coach Salieri che dice di lui: “Abbiamo scelto Mekowulu convinti perché prima di tutto ha una caratteristica per noi fondamentale: difende forte! Dietro è una sicurezza e per una squadra come la nostra è la base…”.
La panchina a disposizione di coach Salieri non è delle più floride: all’esperienza di Salvatore Parrillo, ormai conosciuto agli appassionati della categoria, si aggiunge poco altro se si fa eccezione per l’ex Piacenza Francesco Guerra.
Il resto delle rotazioni dell’ex coach di Ozzano è completato da un nuvolo di giovani di buone prospettive che però dovranno ancora dimostrare il loro valore o da giocatori mediamente inesperti per la categoria come il classe 93 Marco Perin e il classe 96 Giacomo Siberna; chiude la panchina il centro Lorenzo Galmarini.