Apu Old Wild West Udine – Unieuro Forlì: 81-69

Apu Old Wild West Udine: T.j. Cromer 26 (7/12, 3/5), Beverly 16 (5/8, 1/1), Cortese 10 (2/3, 2/5), Antonutti 9 (2/7, 1/3), Fabi 9 (3/3, 1/5), Zilli 6 (3/3), Penna 3 (0/1, 1/5), Nobile 2 (1/1, 0/2), Jerkovic, Minisini n.e, Osasenaga n.e, Amato n.e. All.: Ramagli.
Tiri da due: 23/38 (61%). Tiri da tre: 9/26 (35%). Tiri liberi: 8/16 (50%). Rimbalzi: 34 (8+26). Assist: 16.
Unieuro Forlì: Watson jr 16 (4/12, 2/3), Bruttini 14 (5/7), Marini 13 (3/10, 1/6), Ndoja 8 (2/3, 1/3), Rush 7 (3/6, 0/4), Benvenuti 6 (3/4, 0/1), Giachetti 3 (1/5, 0/1), Petrovic 2 (1/1, 0/2), Kitsing, Campori n.e, Dilas n.e, Cinti n.e. All.: Dell’Agnello.
Tiri da due: 22/48 (46%). Tiri da tre: 4/20 (20%). Tiri liberi: 13/18 (72%). Rimbalzi: 37 (14+23). Assist: 11.
Parziali: 23-18, 19-20, 20-14, 19-17.

Dell’Agnello mette in quintetto Watson Jr, Marini, Rush, Ndoja e Bruttini. Si comincia con la tripla di Watson e con quattro punti di fila di Marini per il 4-9, ai quali rispondono i canestri di Beverly e Antonutti (13-13). Udine prova ad allungare, ma sono ancora i punti di Marini (7 nel primo quarto) a permettere all’Unieuro di rimanere attaccata alla partita (18-16) ed il quarto si chiude sul 23-18.

Ad inizio secondo periodo Dell’Agnello è costretto a chiamare due time-out nei primi 4’ per interrompere il tentativo di allungo di Udine (34-24), e al rientro l’Unieuro infila un parziale di 8-0 che la riporta fino al 34-32. Beverly e Cromer riportano avanti i padroni di casa, ma sul finale di quarto il canestro di Bruttini e la schiacciata di Rush chiudono il primo tempo sul 42-38.

Udine prova a scappare nel terzo quarto (51-40) ancora con Beverly, e l’Unieuro si affida a Ndoja per accorciare il divario. Nel finale di quarto i padroni di casa tentano di dare la spallata definitiva alla partita, ma sono i punti di Benvenuti nel pitturato a fare in modo che la gara rimanga viva: il quarto si chiude sul 62-52.

Bruttini è il faro offensivo ad inizio ultimo quarto e anche grazie alla difesa e ad un canestro di Marini, l’Unieuro ritorna a -7 (66-59). Udine comincia a giocare con il cronometro e trova diversi canestri allo scadere dei 24’’, mantenendo il vantaggio e chiudendo la partita sul 81-69.

Dell’Agnello a fine partita: “Sapevamo che era difficile, ma siamo venuti qua e nel secondo tempo abbiamo fatto 0/9 da tre e segnato solo 69 punti, troppo pochi per vincere. Abbiamo costruito dei buoni tiri ma la differenza di percentuale ci ha penalizzato. Ci abbiamo provato in tutti i modi, però quando la giornata è storta al tiro, si fa fatica”.