Casa Giglio presenta “Genesis” dello scultore Giuseppe Floccari

0

L’associazione “Casa Giglio” organizza l’Evento d’Arte dal titolo “Genesis” dell’artista scultore Floccari Giuseppe, un’opera da lui creata per l’occasione, sarà donata alla Onlus per la raccolta fondi, la cui finalità è l’aiuto attraverso l’ospitalità gratuita in Casa Giglio, alle famiglie dei bambini ricoverati all’ospedale Regina Margherita di Torino. A presentare l’importante evento sarà la scrittrice e giornalista Rosetta Savelli, nello spazio adibito per la mostra all’interno di Casa Giglio in via Cappel Verde n. 2 a Torino, potrete ammirare parte della collezione scultorea dell’artista, la cui peculiarità è il lavoro manuale, dalla materia grezza (ferro), che viene tagliato, piegato, lucidato e patinato sino alla realizzazione dell’opera di “certa riconoscibilità e unicità”, il gioco delle volute creano degli spazi in una armoniosa alternanza di luci ed ombre, di materia e di non materia.

Sintesi narrativa, armoniose rotondità, sinuosi movimenti sono il linguaggio che Floccari usa per dare vita alla materia che diventa attraverso le sue mani, duttile, morbida, delicata, ed emozionante. La mostra avrà luogo dal 16 al 30 novembre. L’inaugurazione si terrà sabato 16 novembre alle ore 17,30. Gli orari per poter visitare la mostra sono dal martedì al venerdì dalle ore 14,30 alle 18,30 sabato e domenica 15,30/21,00. 

Floccari Giuseppe 1977 Torino, vive e lavora a Riva a Chieri (To). Artista, scultore autodidatta, sin da piccolo si appassiona all’arte ed in particolare alla scultura, sperimenta diversi materiali sino ad approdare al “ferro”. Floccari sperimenta le proprie capacità intuitive e creative impegnandosi costantemente nella ricerca e nello studio del movimento plastico e dinamico, quest’ultimo capace di modificare gli equilibri aerodinamici dell’aria circostante, plasmando un materiale durissimo e inanimato in “creature viventi” che acquistano un’anima ed una identità propria, ogni opera è interamente eseguita a mano, ed ogni opera è un pezzo unico al mondo eseguito da Floccari.

La sua visione del mondo, sia reale che trascendentale, riempie e anima la materia stessa con tutta la pienezza che contraddistingue il mondo interiore dell’artista. Floccari in una sorta di gioco a nascondino si muove fra gli spazi da lui creati, a volte riempendoli e altre volte sottraendoli, in una armoniosa alternanza di luci ed ombre, di materia e di non materia, di spazi e di vuoti. L’eleganza, la capacità di sintesi narrativa e la luminosità sono le principali caratteristiche delle opere scultoree da lui create. Armoniose rotondità e sinuose curvature sono il linguaggio che Floccari usa per dare voce ed emozione alla materia da lui utilizzata, rendendola in tal modo protagonista principale di nuove esplorazioni e di nuove artistiche comunicazioni. Diverse sono le esposizioni che Floccari ha presenziato tra cui al Museo d’arte contemporanea e moderna MIIT di Torino in corso Cairoli Galleria Farini a Bologna con la presenza di Vittorio Sgarbi quale ospite d’onore nel Padovano a Villa Correr e diverse altre collettive.

Rosetta Savelli

CONDIVIDI
Articolo precedenteCialtronight, IX stagione
Articolo successivoIl Lions Club Forlì Host ricorda Salvatore Gioiello
Rosetta Savelli coltiva da sempre l'amore per la musica, la letteratura e l'arte. Ha pubblicato 4 libri: un racconto, una raccolta di poesie e due romanzi. Ha partecipato a numerosi concorsi letterari ottenendo riconoscimenti e pubblicazioni. Il suo romanzo "La Primavera di Giulia" è stato pubblicato dal Ponte Vecchio in Cesena nel 2006. Il racconto "Iris e Dintorni" e la raccolta di poesie "Le Magie che mi soffiano lontano" sono stati pubblicati nel 2002 dalla Firenze Libri e sono stati presentati alla 55° Fiera del Libro di Francoforte nel 2003. Nel 2009 ha partecipato al Premio Letterario Firenze per le Culture di Pace, dedicato a Tiziano Terzani ed è stata inserita nel volume antologico "Racconti per la Pace" con il racconto "Il Mondo nella piazza davanti a casa mia". Nel 2014 ha partecipato al Concorso Big Jump con il suo ultimo romanzo pubblicato in Amazon “Celeste (Da qui a Hollywood la strada è breve)” risultando 15° fra 220 concorrenti. Nel mese di ottobre 2015 Rosetta Savelli ha vinto il III° Premio alla V° Edizione del Premio Kafka Italia 2015 in Gorizia, presso Kulturni C Lojze Bratuž, con il Racconto “Iris e Dintorni” edito nel 2003 dalla Firenze Libri. Nel mese di aprile 2017 Rosetta Savelli insieme all'artista Daniele Miglietta ha vinto il Premio della Critica in occasione della I°Edizione del Concorso online “Poesia a Colori”. Rosetta Savelli ha partecipato con la poesia “Se sei donna ti diranno che ti manca” abbinata all'opera pittorica di Daniele Miglietta “Sleeping on flowers”. Collabora con la rivista di arte contemporanea "Juliet art magazine" con sede a Muggia (Trieste) e diretta da Roberto Vidali. Collaborazione nata nell'anno 2014 e tutt'ora in atto.