Casa Artusi a Geo

Funzionali sì, ma di design, spesso minimal e che sconfinano nel living. La cucina oggi non è più lo spazio stretto, quasi di servizio, a cui eravamo abituati anni fa. Cambia e diventa luogo da vivere perché a essere cambiato è il nostro rapporto col cibo, da necessità a piacere conviviale.
E proprio l’evoluzione dello spazio fisico in cucina, da Artusi a oggi, il tema al centro della puntata di Geo che andrà in onda mercoledì 23 ottobre.

Ancora una volta Carla Brigliadori, responsabile della Scuola di Cucina di Casa Artusi, sarà ospite del celebre programma di Rai3 condotto da Sveva Sagramola ed Emanuele Biggi. Insieme a lei, ospite della puntata anche l’architetto Gian Franco Gasparini.
Nel corso della puntata, mentre Carla si cimenterà nella preparazione di due ricette tratte da La Scienza in Cucina e l’Arte di Mangiar Bene, la numero 29. Minestra di bomboline di patate e la numero 614. Offelle di marmellata, l’architetto Gasparini illustrerà l’evoluzione dello spazio cucina e del conseguente rapporto col cibo.

Dalla cucina contadina di inizio ‘900, caratterizzata dalla coltivazione e preparazione degli ingredienti e da una grande manualità, che compensava la scarsità di strumenti ed elettrodomestici a disposizione, alla cucina operaia, con le prime conquiste in termini di comodità e velocità nella preparazione degli alimenti e l’incondizionata fiducia nel progresso.

Si arriva così alla cucina contemporanea in cui, tra robot e take away, si passa poco tempo ai fornelli e, forse, si è perso il significato di cosa sia realmente il cibo. Ma non tutto è perduto, Gasparini parlerà anche di un ritorno al rapporto più autentico col cibo inteso come cultura, della riscoperta del piacere di coltivare e preparare ciò che mangiamo e del recupero di tradizioni che sembravano perse.

Gian Franco Gasparini ha insegnato progettazione industriale all’ISIA di Firenze e ha fondato e diretto l’Università del Progetto, scuola di design e comunicazione con sede a Reggio Emilia. È stato responsabile di progetti di design e comunicazione per innumerevoli aziende come Alessi, Barilla, Credem, Max Mara, Omnitel, The Walt Disney Company, Zucchi. Nel 2002, insieme ad Anna Gasparini ha fondato la società Architettura della Comunicazione.