mensa-campus

Sto seguendo in prima persona i lavori in corso per far crescere la Forlì universitaria – afferma l’assessore Valerio Melandrie a breve saranno pronte nuovi importanti spazi e strutture che valorizzano in particolare tre aspetti: lo studio, lo sviluppo sostenibile e lo sport. Il tutto ovviamente in centro storico attraverso il potenziamento dei servizi del Campus e, per la prima volta, anche direttamente in Piazza Saffi. Mi riferisco in particolare all’innovativo Green Office della Romagna che, grazie alla collaborazione fra Università di Bologna, Fondazione Cassa dei Risparmi e Comune sta nascendo al terzo piano Palazzo Talenti Framonti”.

Il Green Office sarà un ‘incubatore’ di idee che metterà a disposizione degli studenti universitari la possibilità di sviluppare proposte e progetti collaborando con la comunità universitaria e con il territorio forlivese e romagnolo, al fine di sviluppare nuovi progetti sulla sostenibilità. La sfida degli studenti è quella di confrontarsi su temi fondamentali per il futuro e insieme a loro un punto fisso, anche informativo e di presenza istituzionale, dell’Alma Mater. Oltre a un punto Unibo Store ci saranno luoghi per lo studio, incontri, momenti di riflessione e di approfondimento.

Il rapporto tra Comune e Università è positivo – prosegue Melandri – e ci trova uniti nella convinzione che l’obiettivo primario deve essere il bene degli studenti. Al centro di ogni nostro pensiero ci sono i giovani, la qualità di formazione e di crescita che viene loro proposta”.

In tal senso va sottolineato il potenziamento complessivo di posti nelle sale studio che si è arricchito anche grazie alle recenti aperture nel Teaching Hub e negli spazi sopra alla mensa, oltre che all’ampliamento di orario nelle ore serali, al sabato e alla domenica della Biblioteca Ruffilli. Fra le opere in fase di predisposizione da parte dell’Università anche un “Playground” all’interno del Campus predisposto per il basket e per la pallavolo e una moderna e innovativa attrezzatura sportiva a cielo aperto che permetterà di fare attività motoria a sedici studenti contemporaneamente. Lavori in corso anche al Campostrino che verrà dedicato ad attività ricreative e aggregative degli studenti universitari.