La via della bellezza

0

Titolo: La via della bellezza. Autore: Vito Mancuso. Genere: saggio filosofico.
Trama – In questo libro l’autore ci fa vedere come la bellezza sia in ogni cosa che ci circonda; a partire dall’uomo, dalla natura, dall’arte fino alla musica. E ci dice che in ogni cosa possiamo trovare una specifica bellezza, come fare una passeggiata in mezzo alla natura, la bellezza di una poesia o del sorriso di un bambino. Si raccomanda di non smettere mai di circondare la nostra vita di bellezza cercandone sempre l’armonia e l’estetica, facendone una regola di vita. Sapendo guardare con meraviglia tutto ciò che ci circonda, come il sole e le stelle. Fermarsi a trovare il gusto delle cose da fare con gli amici, come mangiare e passeggiare insieme. Dall’aspetto esteriore infatti, penetra poi nell’interiorità dell’uomo, attraverso le religioni ad esempio, che sono una strada per arrivare a Dio. Per concludere, l’aurore sottolinea come il concetto di bellezza sia soggettivo e come può cambiare per ciascuno di noi. E dipende dalle emozioni individuali che sono provocate dall’esperienza che facciamo.

Il libro è un’ottima guida per riflettere sul fatto la bellezza è in tutte le cose che viviamo quotidianamente, anche se a volte ce ne dimentichiamo. Anche l’esperienza più brutta può avere un suo risvolto di bellezza.

Ne consigliamo la lettura a tutti coloro che hanno una vita grigia e magari sono oppressi dalle difficoltà per provare a trovare la bellezza anche nei momenti difficili.

Note sull’autore. Vito Mancuso è teologo e filosofo. Ha insegnato all’Università di Milano e di Padova. È autore di la vita autentica, obbedienza e libertà. Dirige la collana i grandi libri dello spirito.

CONDIVIDI
Articolo precedenteArcheologia industriale: Vomv Gaz
Articolo successivoMorgagni: "No alle auto in piazza Saffi"
La comunicazione si conferma essere una funzione fondamentale nella vita di ogni essere umano e si può esprimere in diversi modi e forme di linguaggio. Un vettore di informazioni e comunicazioni è senza dubbio il web, con opportunità quali i blog o le pagine facebook in cui ognuno di noi può esporsi ed esporre all'esterno pensieri, opinioni o semplicemente commentare fatti avvenuti. Una RedAzione può aiutare a sviluppare o più semplicemente dare spazio a capacità e abilità di scrittura o fotografiche. Le modalità espressive varieranno in funzione dell'argomento, degli interessi o del destinatario dell'informazione, potranno essere: articoli, fumetti, vignette, critiche, interviste, video, foto e tutto quello che verrà in mente e che di volta in volta si riterrà più adatto. Il momento redazionale e di programmazione della redazione diventa uno dei modi con cui i ragazzi possono, oltre che ordinare e attribuire senso alle proprie esperienze, anche percepire attraverso relazioni sociali un possibile rapporto con gli altri, a sottolineare come l'individuo non dipenda solo dai propri sistemi di significato, ma anche dal suo rapporto con l'ambiente e con le persone con cui la sua vita si incrocia. L'idea è anche quella di far passare un messaggio chiaro all'esterno, la disabilità non parla solo di disabilità ma può aprirsi ed esprimersi su qualsiasi cosa faccia parte della vita: musica, sport e spettacolo sono solo alcuni degli argomenti che vorremmo trattare. Tutto questo avverrà in collaborazione con 4live, blog di informazione locale, gestito da Tommaso Di Lauro (giornalista iscritto all'albo).