Campus università Forlì

Giochi, esperimenti e dimostrazioni scientifiche dal vivo, visite guidate e mostre, workshop, conferenze, concerti e addirittura un Flash Mob. Quest’anno la Notte Europea dei Ricercatori del Campus di Forlì si arricchisce di eventi e novità in tre diverse zone: il Campus Universitario, i Musei San Domenico e le Gallerie Caproni di Predappio. Novità assoluta: “Piccoli Ricercatori Crescono”, un programma di attività appositamente creato per i più piccoli.

Dall’ospedale al Campus in una visita guidata per riscoprire i vecchi Padiglioni ospedalieri divenuti un nuovo Campus avveniristico. Il Dipartimento di Interpretazione e traduzione (DIT) ha preparato una performance in cui lo spettatore diventa attore in uno scenario quotidiano ma trasformato, dove si parlano lingue diverse e si tenta un dialogo/ascolto interculturale.

Fake news e propaganda online, come proteggersi? Tra il Dit-lab e il TH dimostrazioni e conferenze partecipate a cura dei Dipartimenti di Scienze Politiche e sociali e di Sociologia, insieme ad Associazioni studentesche. Moto Student, Emilia3, Motore Ducati V4SBK, Alma-X, questi i prototipi in mostra ai Musei San Domenico e realizzati da studenti e docenti di Ingegneria dell’Unibo con la collaborazione anche di note aziende del settore. Spin-off e Progetti di tecnologie in grado di trasformare dei fanghi organici in una plastica completamente biodegradabile.

Proviamo a bendarci gli occhi e scoprire un’opera d’arte solo dalla descrizione di una voce. Così prende vita l’esperienza di sentire piuttosto che vedere l’opera.
Diseguaglianze socio-economiche? Come contrastarle?
I numeri governano il mondo e influenzano la nostra vita?
Radio Londra ha stimolato la Resistenza durante la Seconda Guerra Mondiale?
Le conferenze in programma al San Domenico risponderanno alle nostre curiosità.
Musica e balli? Quest’anno prepariamoci ad aprire spazi di condivisione e valorizzazione delle differenze. Un Flash Mob nel piazzale del complesso museale per celebrare la vita che unisce aldilà delle differenze di lingua e nazionalità e poi un concerto errante pieno di brio e allegria coi Musicanti di San Crispino per le strade del centro!

Alle Gallerie Caproni di Predappio i misteri non risolti dei CICLoPI nella fisica moderna.
La storia del volo e dei tanti sognatori e avventurosi che l’hanno realizzato e continuano a stupirci con i loro progetti. Piloti automatici, musica d’archi e un quesito importante: Come ci difenderemo dagli impatti di asteroidi? La risposta sarà pronta fra un paio d’anni…
Infine un omaggio ai più piccoli che fin dal mattino avranno un Programma tutto per loro. Esperimenti e laboratori creativi, giochi, quiz e attività interattive organizzate da Irst, Punto Europa Forlì, Centro MeTRa, Unijunior ed esperti creativi sul riciclo dei materiali.

Tutto questo con la collaborazione dei ricercatori dei Dipartimenti della sede forlivese:
DIT Dipartimento Interpretazione e Traduzione
DSE Dipartimento di Scienze Economiche
DSPS Dipartimento Scienze politiche e sociali
DIN Dipartimento Ingegneria industriale
DiSA Dipartimento Scienze aziendali
DSDE Dipartimento Sociologia e Diritto dell’Economia
CIRI Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale
SOCIETY vuole esplorare le possibili intersezioni tra scienza, cultura e società, con l’obiettivo di presentare la ricerca quale uno dei migliori e più efficaci strumenti per comprendere, sostenere, preservare e sviluppare la nostra cultura, in tutte le sue sfumature e declinazioni, e raggiungere soluzioni e idee innovative utili a superare le sfide che la società deve affrontare e portando così a un tangibile miglioramento nella qualità della vita quotidiana. Per il biennio 2018-2019 il progetto Society è stato finanziato dalla Comunità Europea nell’ambito delle azioni Marie Skłodowska-Curie, Grant Agreement n. 819090 e coinvolge i maggiori centri di ricerca del territorio: Università di Bologna, Consiglio Nazionale delle Ricerche Area di Bologna (CNR), Istituto nazionale di Fisica Nucleare (INFN) Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), oltre alla società di comunicazione ComunicaMente, coordinati dal Consorzio Interuniversitario CINECA.

La Notte Europea dei Ricercatori è un’iniziativa promossa dalla Commissione Europea fin dal 2005 che coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutti i paesi europei. La Notte Europea dei Ricercatori ha luogo ogni anno in tutta Europa, e paesi limitrofi, l’ultimo venerdì di Settembre. Nel 2019 gli eventi si svolgeranno simultaneamente il 27 settembre in più di 300 città. L’obiettivo è di creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto informale e stimolante. La Notte è sostenuta dalla Commissione Europea nell’ambito delle Marie Skłodowska-Curie Actions, un programma della UE con l’obiettivo di promuovere le carriere dei ricercatori in Europa. Il programma completo e maggiori informazioni su nottedeiricercatori-society.eu/ e su Facebook, Twitter, Instagram e YouTube.