Fumettoteca-Alessandro-Callegati-Calle-Donazioni-Fumetti-2019

La Fumettoteca Regionale Alessandro Callegati “Calle” partecipa al “Bibliopride“, la “Giornata Nazionale delle Biblioteche”, giunta all’ottava edizione, organizzando un evento di lettura e visione, con aperture straordinarie nei pomeriggi, dalle 14,00 alle 18,00, del 25, 26 e 27 settembre, nel quale il pubblico potrà prendere atto della proposta “Fumetti nella Biblioteca, Biblioteca nei fumetti”.

Quest’anno il tradizionale appuntamento annuale, promosso dall’AIB Associazione Italiana Biblioteche, in tutta Italia è dedicato alla promozione della lettura per l’infanzia, nulla di più coerente dell’ambito fumettistico. In Biblioteca. Cresci. Sogni. Voli è il claim scelto per questa edizione del Bibliopride che, nell’anno in cui ricorre il ventennale di Nati per Leggere, vede il programma concentrarsi anche sul ruolo svolto dalle biblioteche per avvicinare i piccoli alla lettura, ponendole al centro di un sistema virtuoso che le vede presidio per eccellenza. Non può essere da meno la Fumettoteca che, proprio con la produzione fumettistica, è per i piccoli lettori un collante “naturale” per il passaggio alla letteratura. Giovedì 26 settembre, con l’adesione alla “Giornata Europea delle Lingue” si propone inoltre “Fumetto e lingua fumettata – comic book and comics language” per offrire al pubblico interessato una esposizione consultabile linguistica veicolata attraverso le pagine del fumetto italiano. Per gli eventi copie di fumetti e gadget in omaggio al pubblico, fino ad esaurimento.

Quindi, anche la Fumettoteca, come ogni anno, aderisce alle due iniziative proseguendo, così, il fittissimo calendario di eventi organizzati per il 2019 dall’unica fumettoteca in Emilia Romagna che, con “Fumetti nella Biblioteca, Biblioteca nei fumetti”, presenta una esposizione consultabile con riferimenti delle biblioteche nei fumetti e dei fumetti nelle biblioteche, a partire dalla “Biblioteca dei Fumetti” quale è la stessa Fumettoteca. Mentre per l’incontro del 26 settembre si parlerà e visionerà testate fumettistiche con l’intento di rendere più definito e nitido il concetto legato al linguaggio del fumetto e la lingua fumettata. L’esposizione, grazie al contenuto degli oltre 15.000 documenti fumettistici che si trovano in sede, è formata da alcune centinaia di pezzi, ponendosi il fine di spiegare ai visitatori come il linguaggio del fumetto sia una grande apertura rivolta all’esterno, con idee più globalizzate. Non va dimenticato che il fumetto nasce proprio per insegnare la “nuova” lingua del nuovo continente a tutti le persone del vecchio continente.

La Giornata nazionale delle biblioteche – Bibliopride, organizzata dall’AIB, nasce nel 2012 come risposta della comunità bibliotecaria allo sdegno provocato dalla tristemente nota vicenda dei Girolamini. La manifestazione, denominata “Bibliopride” proprio per sottolineare l’orgoglio bibliotecario, è stata pensata come una giornata di festa, da svolgersi all’interno e al di fuori delle biblioteche, animata dai bibliotecari,o fumettotecari, e da tutti coloro che, a vario titolo, lavorano nelle e per le biblioteche o fumettoteche per garantire l’accesso all’informazione e alla conoscenza.

Dopo l’edizione del 2012 a Napoli e le seguenti in altre grandi città, nel 2019 il Bibliopride si trasforma in una settimana di eventi nelle biblioteche e fumettoteche, dove tutte diventano protagoniste, organizzando eventi dedicati alla promozione della lettura. Col supporto del Centro Nazionale Studi Fanzine – Fanzinoteca d’Italia 0.2, il Comitato di Quartiere Ca’Ossi e l’Associazione culturale 4 Live, l’unica Regionale Fumettoteca che si può trovare in Emilia Romagna, vede la “Biblioteca dei fumetti” sempre più attiva e dinamica a livello culturale e sociale.

CONDIVIDI
Articolo precedenteSicurezza sul lavoro, la richiesta di Confartigianato
Articolo successivoAltro successo per lo spettacolo "Irene, l'artista del mondo"
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.