spiaggia, mare, ombrelloni

La Giornata mondiale del Turismo è un’ottima occasione per approfondire e diffondere la consapevolezza sul valore, non solo economico, ma anche sociale, ambientale e culturale di questo importante settore – dichiara Alberto Zambianchi presidente della Camera di commercio della Romagna –. Il tema scelto per l’edizione 2019 “Turismo e lavoro” è, inoltre, particolarmente rilevante perchè sottolinea il ruolo del settore nel costruire inclusione e opportunità a partire dal lavoro femminile e giovanile, offrendo anche opportunità di lavoro qualificato che mette a frutto la leva del digitale, e dal ruolo che rivestono certamente le piccole imprese. Tematiche queste di grande interesse della Camera di commercio, desidero infatti sottolineare che la Camera ha tra le proprie linee strategiche quella di partecipare e sostenere strumenti di governance locale per il rafforzamento di valori identitari e degli asset del territorio per svilupparne la competitività e l’attrattività anche in un’ottica di area vasta romagnola in accordo anche con le politiche della Regione e del Sistema Camerale regionale”.

Secondo i dati diffusi dalla Unwto, l’Organizzazione mondiale del turismo delle Nazioni Unite, il settore produce il 10% dei posti di lavoro nel mondo ed è anche parte dell’ottavo obiettivo di sviluppo sostenibile dell’Onu per la sua capacità di creare impieghi dignitosi e significativi per la vita delle persone. Solo in Italia, secondo Iriss-Cnr, il turismo vale 100 miliardi di euro. Nel mondo siamo a quasi 9mila miliardi con quasi 320 milioni di posti di lavoro collegati (dati World Travel & Tourism Council).

Si tratta però di un settore dove c’è ancora molto che si può fare attraverso policy più efficaci a livello di sistema Paese e in paticolare per le donne e i giovani e per le opportunità di lavoro qualificato che anche grazie alla leva del digitale si possono creare.
Per quanto riguarda il territorio Romagna – Forlì-Cesena e Rimini, i dati Istat, con riferimento, al 31 dicembre 2018, sono state registrate 2.758 strutture alberghiere (l’8,4% a livello nazionale) con 182.237 posti letto (l’8,1% sul totale Italia). Considerando anche le strutture complementari, gli esercizi ricettivi diventano 5.681 per circa 237 mila posti letto. Il tasso di ricettività (posti letto / popolazione residente) è pari a 32,3, superiore al dato regionale (10,4) e nazionale (8,5).
Nell’anno 2018, nel territorio Romagna si sono verificate 21,7 milioni di presenze (il 5,0% di quelle registrate in Italia), di cui 4,9 milioni di turisti stranieri (il 2,2% di quelle registrate in Italia). La presenza media è stata pari a 4,5 giorni (5,2 per i turisti stranieri), superiore al dato regionale (3,5) e nazionale (3,3).