piazza saffi con le auto foto di Donato Zilio

«Riteniamo che i parcheggi già presenti in centro siano sufficienti, insieme a quelli di corona, per servire in maniera adeguata il centro storico: altre sono le politiche da mettere in atto per migliorare il nostro centro storico e invogliare nuove attività ad aprire.
Certo è più facile aprire alle auto la zona pedonale e la ztl piuttosto che investire in una mobilità alternativa e sul servizio pubblico con nuovi mezzi a impatto limitato…

Pensiamo a sgravi fiscali su imposte e affitti per le attività che volessero stabilirsi in centro, al mantenimento dei parcheggi gratuiti il sabato pomeriggio, all’organizzazione di eventi nei 4 corsi principali, a favorire la mobilità sostenibile per migliorare gli afflussi al centro con un sistema di navette gratuite verso i parcheggi esterni. Non può esserci invece alcun rilancio nel riportare Forlì direttamente agli anni ’60 che furono.

Una amministrazione ha il dovere di pensare al futuro e immaginare la Forlì che verrà, nel segno di uno sviluppo sostenibile come ci hanno chiesto le migliaia di giovani che hanno riempito le vie della città solo pochi giorni fa e che meritano risposte».

èviva Forlì