Mirtide-Gavelli-premiata-Antica-Pieve

In occasione della premiazione del concorso letterario “Antica Pieve” avvenuta domenica 15 settembre scorso è stato assegnato un riconoscimento speciale alla storica forlivese Mirtide Gavelli, responsabile della Biblioteca del Museo Civico del Risorgimento di Bologna. La biblioteca, affiancata da un ricco archivio specialistico sull’800 ed il primo ‘900, è frequentata da un pubblico specializzato di docenti e studiosi, curiosi e studenti.

Mirtide Gavelli affianca al suo lavoro la realizzazione di mostre ed esposizioni temporanee, la ricerca storica e la redazione di cataloghi, nonché la redazione del “Bollettino del Museo del Risorgimento”, pubblicato dal 1956. Ha all’attivo una settantina di pubblicazioni, legate alla storia del Risorgimento e della Prima Guerra Mondiale: dai cataloghi per mostre agli studi sul mondo femminile, teatro, volontarismo garibaldino, creazione della memoria collettiva.

Tra i più recenti: il saggio su “La Casa di Rieducazione Professionale per Mutilati e Storpi di Guerra di Bologna (9 aprile 1916 – 3 gennaio 1922)”, pubblicato nel 2010 nel volume “Una regione ospedale: medicina e sanità in Emilia-Romagna durante la Prima Guerra Mondiale”; il Catalogo del Museo del Risorgimento di Bologna (2013); il saggio “Dal dolore al ricordo: i monumenti ai caduti nel difficile ritorno alla normalità quotidiana”, contenuto nel libro “Memorie della Grande Guerra in Emilia-Romagna”, (Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo 2016); e la ricerca dal titolo “Prima di tutto cittadini italiani: gli ebrei emiliano romagnoli al fronte”, che si può leggere nell’opera “Gli ebrei italiani nella grande guerra (1915-1918)”, edita nel 2017.

Nel 2011, in occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, su incarico di Gabriele Zelli, al quale domenica è stato affidato l’incarico di consegnare il riconoscimento “Antica Pieve”, ha scritto un volume sul patriota forlivese Piero Maroncelli, CartaCanta editore.