macchinetta-ausl

“Grande spettacolo stamattina nella sala Analisi del Pierantoni, ma anche prova della pazienza, della bontà e della solidarietà dei forlivesi. Da teatro comico vedere tante persone in fila cercare di pagare il ticket nelle macchinette. Una lotta sovrumana: codice a barre non trovato, errore, inserisci tessera sanitaria dove?

Ci sono tre buchi e se sbagli la perdi. Ritenta e sarai (forse) più fortunato. La gente sudava, quelli dietro invece di spazientirsi incoraggiavano, “riprovi, stia calmo, tenga la mano morbida”. E poi boato e applausi quando arrivava l’ok. Quello dopo che dice “chissà se io ce la farò”. Si narra di persone che non hanno dormito la notte prima per paura di non farcela. Insomma grande caos, ma tutti buoni ad aiutare, che bello, altroché forlivesi lamentoni e incazzerecci! Però l’Ausl bisogna che qualcosa faccia per migliorare il servizio: basta con le code da folli alle macchinette”.

Giancarlo Biserna