Fumettoteca-e-Fanzinoteca

Nel luogo della cultura popolare, la Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle”, in occasione delle ultime “Giornate Europee del Patrimonio“, la manifestazione europea, si sono avuti ottimi riscontri di presenze per la proposta “Un due tre… Fumetto! Cultura e intrattenimento”, con le aperture straordinarie pomeridiane e serali per un pubblico proveniente anche da altre provincie. La Manifestazione GEP 2019 è promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, ed è ispirata al tema “Un due tre… Arte! Cultura e intrattenimento”, momento che prevede iniziative nei luoghi della cultura, come appunto la Fumettoteca.

Nel contesto di una cultura sociale e fumettistica, la Fumettoteca, unica nella Regione Emilia Romagna, ha nel contempo aperto le porte al pubblico interessato per la rassegna regionale “ViVi il Verde”, proposta dal IBC con il sottotitolo “Intelligenza della natura e progetto umano”, un evento in grado di coinvolgere tante realtà presenti sul territorio, proponendo l’iniziativa “Natura Fumettistica/Fumetti Naturali” e “Verde Fumetto”.
Il folto ed interessatissimo pubblico ha potuto prendere atto dei ben oltre 15.000 documenti presenti in sede, materiale sociale e culturale che rappresenteranno uno spaccato della società nazionale, e non solo, in grado di delineare e chiarire gli aspetti legati alla fruizione e concretizzazione del mezzo di comunicazione fumettistico.

Quindi, si prosegue con grandi proposte nella sede fumettotecaria, per mezzo delle quali si possono constatare continui successi di pubblico, successi annunciati si, ma oltre delle rosee aspettative. Queste proposte promosse dalla Fumettoteca sono presenti nei calendari degli eventi nazionali del MiBAC, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, e nel regionale del IBC Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna.

Gli obiettivo delle iniziative sono relativi all’attività di informazione pubblica come modo per promuovere una migliore consapevolezza e necessità di coinvolgimento sociale e culturale per tutti i cittadini. In tutti i Paesi europei e in tutta la Regione si svolgono eventi per celebrare queste specifiche giornate, grazie alla consapevolezza dell’importanza che il patrimonio culturale è importante anche per un adeguato sviluppo sociale. La Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle” grazie al supporto del Centro Nazionale Studi Fanzine – Fanzinoteca d’Italia 0.2, del Comitato di Quartiere Ca’Ossi e dell’Associazione 4live, prosegue imperterrito a proporre i suoi unici servizi rivolti ai cittadini che, per mezzo della “Biblioteca dei fumetti”, possono fruire di un bene altrimenti mancante a Forlì. Per conoscere dettagliatamente le iniziative e chiedere informazioni 3393085390.

CONDIVIDI
Articolo precedenteOltre 150 partecipanti alla camminata la Forlì "bestiale"
Articolo successivoIlluminazione campanili. PD: “Spreco di denaro, inquinamento luminoso e consumo energetico ingiustificati"
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.