Fumettoteca-Alessandro-Callegati-Calle-Donazioni-Fumetti-2019

Dalla fanciullezza all’adolescenza, dalla giovinezza alla maturità, fino all’anzianità, non c’è stato nessun periodo dell’età che non abbia avuto modo di confrontarsi con l’arte di Mattioli. Massimo Mattioli, classe 1943, scomparso a 75 anni lo scorso 23 agosto nella sua Roma. Geniale fumettista italiano è stato l’autore di storie come quelle di Squeak the mouse e Joe Galaxy, splatter e dalla comicità dissacrante, come anche del più poetico e innocente Pinky coniglietto rosa di professione fotoreporter, per decenni pubblicato sul periodico cattolico Giornalino fino al 2014. Un artista che è sempre riuscito a passare, con disinvoltura, dai lavori di provocazione sessuale, allo splatter e alle realizzazioni per bambini, con produzioni surreali ma di integrità stilistica e onestà grafica; un vero artista. Alla Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle” si ricorda il fumettista Mattioli proponendo una ampia carrellata dei suoi personaggi, dal 28 al 31 agosto, con aperture pomeridiane straordinarie dalle 14,00 alle 18,00, grazie all’esposizione consultabile di centinaia e centinaia di albi.

Tra gli anni Settanta e Ottanta è una figura di punta della trasformazione fumettistica italiana, Mattioli insieme a Stefano Tamburini, un altro grande autore prematuramente scomparso, tiene a battesimo la nascita nella prima versione della fanzine romana Cannibale. A seguire, fa parte dei “cattivi ragazzi” pubblicando sulle pagine de Il Male (1979), nella la seconda versione di Cannibale e Frigidaire (1980), testate a cui collaboreranno e trovano spazio altri geni sregolati come Andrea Pazienza, Tanino Liberatore, lo stesso Stefano Tamburini e Filippo Scozzari. Tutte testate che hanno avuto l’onore di essere un crogiolo di sperimentazione dell’arte sequenziale capace di far pensare e, pertanto, di influenzare le generazioni a venire.

Quindi, una presentazione generale che parte dal longevo coniglio-reporter Pinky alle pagine di Squeak the Mouse, la copia topo/gatto più splatter d’Italia, fino a Joe Galaxy, l’alieno avventuriero spaziale, tutti insieme per ricordare il loro padre scomparso! Alla “Biblioteca dei fumetti”, l’unica della Regione Emilia Romagna, non mancano le iniziative rivolte agli omaggi per grandi autori, come la personale di alcuni mesi fa dedicata a Leo Cimpellin e, in futuro, se ne realizzeranno altre.