Alea Ambiente Sindaci

Ho espresso un voto contrario, per conto del Comune di Tredozio, al nuovo presidente del coordinamento dei soci di Alea perchè la nomina di William Sanzani ha il sapore di un vecchio schema. Sembra quasi un’inversione dei fattori per poi non cambiare nulla: fino a ieri avevamo Sanzani in rappresentanza del Comune di Forlì e Vittorio Cicognani presidente, oggi abbiamo Sanzani presidente e Cicognani rappresentante di Forlì. Si mescolano le carte in tavola e poco più”. Questo il commento di Nicola Rossi, assessore del Comune di Tredozio, all’indomani del coordinamento dei soci di Alea che ha nominato il nuovo presidente e portato da 13 a 9 componenti. L’organismo di rappresentanza ha visto l’elezione di William Sanzani alla presidenza al posto di Vittorio Cicognani.

Capisco le difficoltà che ci possono essere a raggiungere certi equilibri e che gli stessi possono essere utili per il futuro della società – prosegue Rossi – Ma da questa operazione appare poco quel cambiamento che molti di noi hanno auspicato nella gestione di Alea. Gli elettori hanno chiesto e votato il cambiamento, cambiamento rispetto al Pd, alle sue politiche e ai suoi amministratori. Questo non dobbiamo dimenticarlo”.

C’è poi la riduzione del coordinamento da 13 a 9 membri. “Il regolamento parla di 9 componenti – aggiunge l’amministratore – ma forse non è ancora finito il tempo in cui la presenza di tutti e 13 i sindaci sarebbe potuta servire a rendere partecipi tutti i territori in maniera compiuta alla gestione di Alea, con un coinvolgimento maggiore delle realtà comunali. Siamo convinti che ci voglia più coraggio per raggiungere quei cambiamenti che, con la nuova direzione – conclude Rossi – riteniamo possano attuarsi per dare slancio maggiore alla società e una maggiore efficacia nella gestione del servizio”.