La proposta di Sara Samorì: “Affidiamo il playground di via Dragoni al Marghe”

0

Apprezzo sinceramente l’idea e la proposta dell’artista Andrea Mario Bert circa la tonalità azzurra della superficie di gioco del Margheritini, ma insistito e suggerisco una soluzione che non sia “temporanea” ma definitiva perchè il playground – che è uno spazio pubblico e all’interno di un parco – avrà in ogni caso necessità di manutenzioni ma soprattutto di un’attenzione costante e quotidiana che solo chi vive i luoghi può riservare. Ecco perché il percorso è quello del Patto di Collaborazione già pensato insieme agli organizzatori: restituire” “quel” luogo, a chi quel luogo lo ha immaginato, creato e dato un’identità, vale a dire i ragazzi del Marghe” propone il consigliere comunale del Pd Sara Samorì.

In altri termini, “adottarlo” dall’associazione, attraverso un progetto di rigenerazione che consenta, con termini e modalità precise, interventi da definire tra Comune e associazione ma in cui i Marghe siano protagonisti attivi nel ripensarlo al meglio. Ciò detto, non passi in cavalleria un tema altrettanto contingente perché nonostante gli interessamenti fatti correttamente anzitempo da Eugenio Genesi al vicesindaco e all’assessore Cintorino, non ci sono ancora riscontri pratici, vale a dire le sanzioni” continua l’ex assessore allo sport.

Meglio: i 500 euro previsti in beneficenza per Unicef e oltre 3mila per Admo che rischiano di essere inferiore per effetto delle multe. L’Amministrazione ha il dovere di gestire quotidianamente situazioni e problematiche soprattutto quando si rivelano, come in questo caso, disdicevoli favorendo il dialogo e le relazioni. Se così non sarà, sono certa che l’idea di una sottoscrizione pubblica per una raccolta fondi, già circolata sul web, sia un gesto di affetto che la comunità sportiva e solidaristica forlivese non mancherà di portare avanti perché il Sogno, in piazza Saffi e in via Dragoni, continui” conclude Sara Samorì.