A Predappio nasce il welfare di comunità

0

In un mondo che invecchia e che diminuisce in servizi e risorse sanitarie e sociali, occorre mettere in campo azioni che vadano a sopperire le mancanze da parte del sistema. Da questo principio il Comune di Predappio avvia un corso teorico e pratico rivolto a volontari per prendersi cura e aiutare anziani e disabili. Il corso si terrà nel periodo compreso tra ottobre e gennaio prossimi.

La presa in carico socio inclusiva che vogliamo attuare con questo progetto – spiega l’assessore al welfare Francesca Farolfiprevede l’insegnamento delle corrette modalità da attuarsi per aiutare una persona anziana o con disabilità nell’esecuzione di movimenti e comportamenti utili per la vita quotidiana, come nutrirsi, lavarsi, spostarsi. L’attività si rivolge a volontari in modo che, a seguito di un’opportuna formazione e supervisione, possono essere in grado di eseguire in sicurezza le azioni di sostegno utili a migliorare la qualità della vita delle persone con mobilità ridotta o con difficoltà motorie. Si tratta di un percorso di sviluppo inclusivo su base comunitaria, non sanitaria ma sociale e proprio per questo verrà svolta vicino ai luoghi di residenza delle persone in difficoltà, secondo il principio dell’accoglienza, dell’ascolto e solidarietà”.

Ho iniziato a progettare questo percorso con il supporto del consigliere comunale e dottore Germano Pestelli, per mettere in campo un corso, teorico-pratico, che fosse utile, efficace e ben strutturato e che si rivolgesse ad un pubblico ben preciso, quello dei volontari”, illustra ancora l’assessore Farolfi che chiosa: “Il percorso di formazione prenderà avvio il prossimo ottobre e si concluderà a gennaio: mi auguro porterà ad iniziare le attività finalizzate al recupero inclusivo della persona anziana e disabile, già da febbraio”.