Bandiere-Ugl

Nella giornata di oggi c’è stato un ennesimo sciopero nella sede forlivese della Dometic Italia. I lavoratori Fiom-Cgil e Ugl Metalmeccanici hanno incrociato le braccia per 4 ore.
Lo sciopero è stato proclamato – afferma in una nota il segretario provinciale Ugl Metalmeccanici Francesco Stavaleper almeno due motivi. Il primo perché in settimana un operaio che aveva aderito ad un precedente sciopero per le trasferte aveva ricevuto una lettera di contestazione da parte dell’azienda, con relativa sospensioni di tre giorni. Una misura punitiva a nostro avviso inaccettabile, un atto gravissimo nei confronti del sindacato, avverso alla difesa dei diritti dei lavoratori. Il secondo motivo che ci ha spinto a proclamare lo sciopero è che riteniamo ingiustificabile la mancanza di informazioni da parte dell’azienda sulla situazione della produzione e dei committenti. Gli stessi operai della Dometic Italia, in assemblea hanno manifestato molta perplessità in merito all’ipotesi che ormai si stia lavorando per un unico cliente”.

Come sindacato riteniamo doveroso che ci vengano fornite notizie certe in merito al futuro dell’azienda e già fin d’ora chiediamo venga attivato un tavolo urgente con la direzione aziendale per discutere dello stato dell’arte e delle prospettive future della società. In ballo ci sono decine di posti di lavoro da salvaguardare”: conclude il segretario provinciale Ugl-Metalmeccanici, Francesco Stavale.