Compagnia dell'Anello donazione alla Lilt

Non solo intrattenere un pubblico ma anche renderlo partecipe di una buona causa: è con questo spirito che la Compagnia dell’Anello di Forlì ha devoluto il ricavato dello spettacolo di beneficenza “Il funerale di papà”, andato in scena lo scorso maggio a Vecchiazzano, alle attività della Lilt di Forlì-Cesena.
La somma di 2mila euro è stata consegnata ufficialmente da due membri dell’associazione culturale forlivese, Simone Bombardi e Roberto Vespignani, a Fabio Falcini presidente della Lilt Forlì-Cesena a sostegno del progetto “Prevescuò”. In particolare il progetto, portato avanti dalla Lilt nelle scuole già da diversi anni, mira a stimolare nei più giovani la capacità di aumentare il controllo sulla propria salute al fine di migliorarla e di educarli a una corretta alimentazione come strumento fondamentale per la prevenzione alle patologie tumorali.

L’iniziativa è stata fortemente voluta dalla Compagnia dell’Anello che da anni sostiene, attraverso i suoi spettacoli, le realtà del territorio impegnate nel sociale. Domenica scorsa, infatti, gli artisti dell’associazione hanno portato in scena lo spettacolo “Tali e Quali” all’interno della nona edizione della rassegna di beneficenza “Note d’arte dedicate a Jenny Valpiani”, organizzata in ricordo dell’amica prematuramente scomparsa. Grazie alla grandissima partecipazione è stato possibile raccogliere fondi per un progetto di ricerca sulla disabilità intellettiva nella sindrome di Down condotto dal Dipartimento di Medicina Specialistica, Diagnostica e Sperimentale (DIMES) dell’Università di Bologna e sostenuto dal “Comitato Amici di Lejeune”.