Istituto Musicale Masini

Dopo una raffica di arrivi che si mescolavano al traffico della “Notte rosa”, i 70 partecipanti al progetto di No.Vi.Art Forlì Cesena, “La musica un ponte fra popoli” sono arrivati a Forlì. I ragazzi provenienti da Spagna, Slovenia, Romania, Serbia, Bosnia-Erzegovina, Macedonia del Nord, Montenegro, Kosovo e quest’anno per la prima volta Grecia oltre, naturalmente, ai circa 20 italiani, vivono, suonano, si esercitano… all’istituto musicale Angelo Masini di Forlì e lo faranno fino al 15 luglio, quando il summerclass terminerà con il grande concerto della Giovane Orchestra Paneuropea alla ex chiesa di San Giacomo (ore 21,00).

Il concerto, che fa parte del cartellone di “Emilia-Romagna Festival”, chiude la fase estiva del ”Festival della Musica Giovane del Mediterraneo”. Nel frattempo si scaldano… gli strumenti anche per gli altri concerti: l’11 luglio quello dei solisti alla sala San Giacomo (corso Garibaldi 98), il 12 e 14 luglio invece la Giovane Orchestra Paneuropea si esibisce al chiostro del Museo “D. Mambrini” di Pianetto di Galeata e in Piazza Nenni a Faenza per la rassegna “in tempo”.
I ragazzi proseguono tutto il giorno gli esercizi e le prove guidati dai docenti, ma hanno anche trovato il tempo per una breve visita della Forlì razionalista e per realizzare le attività legate allo “Youth pass”: il progetto infatti, che ha il patrocinio del Ministero degli Esteri e della Cooperazione internazionale, ha vinto un prestigioso bando europeo “Erasmus +”.