giovani e lavoro

A Charles Darwin viene attribuita la frase “il lavoro nobilita l’uomo“. Ed è vero, lavorando l’uomo diventa migliore ed eleva la sua dignità. Ma sapete quante ore lavora in media un italiano? Secondo un sondaggio dell’OCSE, un lavoratore italiano lavora 1730 ore all’anno, che equivalgono a 33 ore alla settimana, addirittura di più dei giapponesi e dei tedeschi. 

Questo vuol dire passare gran parte della propria vita a lavoro. Nel tempo che passiamo lavorando potremmo per esempio seguire 1930 volte le partite del campionato oppure correre intorno alla terra 7,35 volte. Visto che il lavoro ha un ruolo fondamentale nella nostra vita, è essenziale che il contesto lavorativo sia stimolante e piacevole, oltre che sicuro. 

Come rendere stimolante un ambiente di lavoro

Rendere l’ambiente di lavoro stimolante è importante perché permette non solo di sentirsi maggiormente soddisfatti, ma anche di migliorare il proprio rendimento e di essere altamente produttivi.  Secondo alcuni studi, il lavoratore preferisce lavorare in spazi piccoli ma confortevoli, nei quali poter trovare tutti gli strumenti di cui ha bisogno e magari anche qualche oggetto personale, come per esempio le foto di famiglia, che lo facciano sentire a proprio agio. 

Inoltre per far sì che un ambiente di lavoro possa essere funzionale ma allo stesso tempo anche accogliente, è fondamentale che siano presenti determinate caratteristiche. Per prima cosa, è meglio se le stanze abbiano la finestra, perché la luce solare migliora le prestazioni lavorative e aumenta la produttività. La temperatura non deve essere né troppo alta né troppo bassa, quella ottimale dovrebbe mantenersi tra i 20 e i 25 gradi. La possibilità di ascoltare la musica non solo mette di buon umore i lavoratori ma li rende anche più concentrati. Quindi è bene che durante l’orario lavorativo la radio venga lasciata accesa.

Collocare all’interno degli ambienti lavorativi una pianta è un ottimo modo per aumentare la produttività del 15%, come testimoniato da una ricerca del 2014. Il colore verde ha capacità stimolanti e calmanti e aumenta il benessere dei lavoratori. Anche il colore delle pareti può aiutare a rendere un ambiente di lavoro più stimolante di un altro: il giallo facilita la concentrazione, l’arancione aumenta la creatività e il blu ha un effetto rilassante sul cervello umano.

La sicurezza sul posto di lavoro

Quando si parla di ambienti di lavoro non si può non fare riferimento all’importanza che questi siano sicuri e tutelati. Per garantire la sicurezza e ridurre i rischi negli ambienti di lavoro è importante che ogni azienda abbia la certificazione HSEE.

Per ambiente di lavoro sicuro s’intende un posto in cui per il lavoratore non ci siano rischi di incidenti e che sia dotato delle giuste misure di protezione e prevenzione, perché gli infortuni possono accadere ovunque. Lavorare in un luogo sicuro rende il lavoro più veloce ed efficiente, e aumenta la produttività. 

Per migliorare la sicurezza sul posto di lavoro bastano poche e semplici strategie:

Comunicare a tutti i lavoratori le procedure di sicurezza, così da essere pronti e preparati in caso di incidente.

Applicare rigorosamente le regole di sicurezza e questo spetta sia ai lavoratori sia ai dirigenti.

Seguire periodicamente corsi di formazione che coinvolgono manager, supervisori e lavoratori.

Preparare all’emergenza i lavoratori attraverso corsi di addestramento di evacuazione ed esercitazioni antincendio.