elezioni

Auguri di buon lavoro a Gian Luca Zattini ed Enzo Lattuca rispettivamente nuovi sindaci delle città di Forlì e Cesena. Le urne hanno certificato il desiderio di cambiamento espresso dai cittadini e per quanto non sia stato preferito il progetto del MoVimento 5 Stelle al primo turno, è indubbio che in questi anni siamo riusciti ad alzare l’asticella della politica cittadina grazie all’enorme lavoro e agli sforzi compiuti dai nostri consiglieri. Per questo ora mi aspetto che i nuovi sindaci sappiano essere davvero sindaci inclusivi e non solo della parte politica che li ha espressi. Da parte mia non farò mancare tutta la collaborazione possibile nell’interesse esclusivo del bene per le due città. Un forte augurio di buon lavoro anche ai miei e ai nostri consiglieri comunali che continueranno con orgoglio a sedere tra i banchi dell’opposizione, a sorvegliare che la cosa pubblica sia gestita nell’interesse di tutti e non di pochi” il commento del parlamentare del Movimento 5 Stelle Carlo Ugo de Girolamo.

“L’Alternativa per Forlì prende atto della netta vittoria della destra a Forlì capitanata da Gian Luca Zattini, una destra a trazione leghista, cosa che suscita non poche preoccupazioni. La disfatta del centro sinistra in città è certamente dovuta da una parte ad un contesto nazionale che premia la visione di società portata avanti dalla lega, che con lo spauracchio dell’immigrazione porta avanti uno smantellamento del sistema di welfare, togliendo servizi per dare soldi ai ricchi. Dall’altra parte, è dovuta anche alle responsabilità precise del PD, sia a livello nazionale che locale, e alle sue politiche incoerenti e liberiste (in particolar modo nell’abbandono del pubblico in favore del privato, nell’abbandono dei lavoratori, nella cementificazione della città, nel sistema di mobilità arretrato, nell’attivazione frettolosa di Alea). Con estrema generosità l’Alternativa per Forlì ha fatto fronte comune, ma recuperare i disastri politici di questi anni era un’impresa impossibile, ora però è il tempo dei bilanci e del rinnovamento, chiesto a gran voce dagli elettori. Ciascuno deve prendersi le proprie responsabilità, la nostra lista sarà in prima linea per costruire un’Alternativa. Sarà necessario cambiare radicalmente le politiche di questi anni e iniziare a difendere gli interessi dei cittadini più bisognosi e dell’ambiente. Da parte nostra, costruiremo alternative e resistenza in ogni occasione: strada per strada, quartiere per quartiere. Rimarremo a presidio permanente della legalità e del rispetto dei nostri valori fondamentali. In particolare, saremo inflessibili nella difesa dei diritti delle donne e dell’applicazione della 194 in tutte le sue parti, nella difesa delle scuole comunali e statali, laddove la lista di Zattini presenta in sé un chiaro conflitto di interessi all’ora di definire i finanziamenti alle scuole paritarie. Veglieremo sull’ambiente, affinché le promesse fatte ai ragazzi dei Fridays For Future non vengano tradite portando più rifiuti da fuori città e le auto in centro. Difenderemo i servizi pubblici, in particolare quelli per le persone disabili e anziane, e ci opporremo a qualsiasi forma di privatizzazione, a partire dallo Zangheri. Auguriamo buon lavoro al sindaco Zattini nella speranza che sappia essere il sindaco di tutti i forlivesi. L’Alternativa per Forlì non si ferma e nei prossimi giorni comunicheremo un calendario di iniziative e di incontri a cui tutte le persone che hanno a cuore la nostra città sono invitate: la nostra lotta è appena iniziata” commenta Veronica San Vicente della lista L’Alternativa per Forlì.