Fumettoteca-Alessandro-Callegati-Calle-Inaugurazione

Grande apprezzamento del pubblico per l’innovativo Laboratorio “VideoFumetto“, proposto fra i laboratori di “FabbricaLab 2019” dalla Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle” è che, fin dal primo incontro quello di martedì 4 giugno, ha riscosso successo di presenze. Notevole partecipazione, quindi, alla Fabbrica delle Candele con la presenza dell’autore Guglielmo Signora, mentre venerdì 7 giugno, per il prossimo incontro, è il turno dell’autore bonelliano, Marco Verni.

Un laboratorio efficace che riscuotere attenzione e successo tra i partecipanti, tanto che ha visto al primo incontro la Sala Arancione della Fabbrica della Candele in P.tta Corbizzi 30, affollarsi di persone interessate al mondo del fumetto. VideoFumeto, il laboratorio dedicato alla “Nona Arte”, vede la presenza come docenti di grandi professionisti, autori fumettisti che, oltre a Guglielmo Signora, si proseguirà con Marco Verni, Davide Fabbri, Onofrio Cattacchio, Davide Reviati, Maurizio Geminiani e Domenico Neziti. Una rosa di autori che neppure una scuola di fumetto potrebbe vantare, mentre a Forlì, nei locali della Fabbrica delle Candele, dal 2017, insegnano i trucchi del mestiere e dell’essere fumettista. Si, perché a fare fumetti, strano ma vero, si viene pure pagati, ovviamente se lo si fa per lavoro e lo si fa bene!

La Fabbrica delle Candele anche per il 2019 sarà animata da proposte rivolte ai ragazzi del territorio, fra queste il laboratorio, realizzato dalla Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle”, dedicato a tutti gli interessati del mondo fumettistico è il primo a prendere il via. E che partenza, successo con docenti autori ed esperti del settore fumettistico di grande fama, nazionale ed internazionale, con le proprie competenze ed esperienze a servizio delle nuove generazioni per stimolare interessi e passioni, collegando l’arte e la cultura alla formazione ed allo sviluppo di eventuali professionalità future. Nell terzo anno di proposta fumettistica ecco alcuni dati che confermano la funzionalità e utilità dell’iniziativa. Il 25% degli iscritti proviene dal corso dell’anno precedente, mentre il 17% dal corso di due anni fa. Allo stesso moto, ci seguono con interesse e costanza anche gli uditori, un terzo proviene dal primo corso e gli altri due terzi dal corso dell’anno passato. Dati che chiariscono come ci siano anche a Forlì giovani, e meno giovani, disposti ad impegnarsi per seguire un percorso negli anni.

Una parte del corso sarà svolto dall’esperto fumettotecario Gianluca Umiliacchi coadiuvato dallo staff Fumettoteca. Grazie a questo corso mirato, si sensibilizza i partecipanti, evidenziando gli aspetti della nostra comunità e della possibilità di interazione con essa, verso un lavoro comune con un’attività di grande importanza da un punto di vista associativo, un modo efficace per porre in comunicazione e in condivisione gruppi di giovani con interessi e passioni similari. I laboratori sono promossi dall’assessorato alla cultura ed alle politiche giovanili del Comune di Forlì e dal Servizio Cultura e Turismo – Unità Politiche Giovanili ed inseriti nel progetto d’Unione dei Comuni della Romagna Forlivese con il sostegno della Regione Emilia Romagna Assessorato alla Cultura, Politiche Giovanili e Politiche per Legalità (L.R. 14_08). Per conoscere dettagliatamente le iniziative e chiedere informazioni sul corso o attività della “Biblioteca del Fumetto”: fumettoteca@fanzineitaliane.it – www.fanzineitaliane.it/fumettoteca – 339 3085390.

CONDIVIDI
Articolo precedenteRossi (PaP): "Non siamo sicuri che il territorio rivorrebbe un presidente favorevole alla caccia"
Articolo successivoConcerti del Coro Polifonico Roveroni, "Il paese degli amori" e il raduno degli Alpini alla Rondinaia
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.