Daniele-Mezzacapo-Lega-Forlì

È una grandissima soddisfazione, questo fantastico risultato mi ripaga di tutto il lavoro fatto ogni giorno nei cinque anni passati nei banchi dell’opposizione. Non ho mai mollato e ho contestato con tutte le mie forze quelle ingiustizie che si presentavano puntualmente ai danni di una parte di cittadini forlivesi“. Daniele Mezzacapo segretario comunale della Lega di Forlì è molto emozionato per la storica vittoria del Centrodestra a Forlì con il determinante consenso leghista.

I forlivesi – spiega Mezzacapo – hanno votato con la testa e non con la pancia, hanno capito, e questo è quello che più mi piace, che ho lavorato fin dal primo giorno da consigliere dell’opposizione per cambiare un sistema incancrenito che ha prodotto figli e figliastri. I forlivesi lo hanno capito e me lo hanno dimostrato con le tante preferenze a mio nome“.

Ora – dice Mezzacapo – dopo la festa di stanotte, occorre partire subito, c’è tanto da fare. So perfettamente che sarà dura, ma sono pronto a spendermi con ancora più energia, per la città, con onestà e rigore. Si tratta di un risultato frutto di passione, entusiasmo, stile, idee e azioni insieme ai cittadini. Ringrazio Gianluca Zattini con il quale c’è stato un feeling incredibile fin dal primo momento e ringrazio oltre ai leghisti forlivesi a cominciare dall’amico Jacopo Morrone, tutti quelli che hanno lavorato per cambiare la storia di Forlì e che hanno creduto a questo progetto. Ora tocca a noi non deluderli“.

Una grande soddisfazione per il risultato storico ottenuto dalla nostra coalizione a Forlì”.
L’entusiasmo dell’onorevola Jacopo Morrone, segretario della Lega Romagna, e di Andrea Cintorino, segretario provinciale di Forlì-Cesena, è palpabile.
Per la nostra città si apre un nuovo capitolo, un’inedita pagina di storia. Siamo pronti, siamo preparati e non deluderemo certamente i nostri concittadini che ci hanno dato fiducia. Dopo anni di stagnazione e di amministrazioni scarsamente fattive e propositive, il neo sindaco Gian Luca Zattini, persona di provata esperienza amministrativa, la squadra che lo coadiuverà e tutti i consiglieri di maggioranza, dove la Lega è preponderante, agiranno all’unisono per il futuro e il rilancio di Forlì. Un ringraziamento va a tutti gli Elettori che ci hanno votato, ai militanti e agli attivisti che in questi ultimi mesi, a titolo volontario, hanno impiegato tempo della loro vita privata per organizzare e realizzare la campagna elettorale”.

Mi sono congratulato personalmente con il nuovo sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini, per aver ottenuto, grazie alla sua azione straordinaria, la sua quotidiana presenza tra la gente e le imprese di Forlì, un risultato storico che passerà agli annali. I voti di Forza Italia (4.100 al primo turno) sono stati decisivi per farlo vincere al secondo turno. Sono stati utili a fronteggiare il tentativo di Calderoni di recuperare voti dal 26 maggio al 9 giugno, ne ha presi 1.380 in più, ma non sono stati sufficienti a farlo vincere“: commenta Fabrizio Ragni, coordinatore comunale di Forza Italia a Forlì.

Ma questo dato dimostra anche un’altra cosa: che soltanto unito il centrodestra vince e che nella coalizione la strada maestra per il buon governo sarà da oggi l’unità programmatica e di intenti e l’armonia e il rispetto tra tutti gli alleati in coalizione“: aggiunge il coordinatore comunale di Forza Italia a Forli.

Nei 15 giorni che campagna elettorale prima del voto di ballottaggio Forza Italia ha organizzato: convegni, incontri con le categorie di impresa e gli ordini professionali, aperitivi elettorali, conferenze stampa con i big di Forza Italia al parlamento ed a Bruxelles. Abbiamo fatto la nostra parte per imprimere un segno nella storia recente della nostra Forlì dopo 50 anni di egemonia di sinistra. E, adesso, bisogna rimboccarsi le maniche e garantire il buon governo della città traducendo dalle parole ai fatti il nostro programma“: insiste il coordinatore comunale di Forza Italia Forlì.

Il partito ha mostrato di tenere in città e il 7% che abbiamo portato in dote all’alleanza, pur in una contingenza regionale di flessione di Forza Italia, è stato decisivo per garantire il dialogo con quella parte dell’elettorato moderato, laico e liberale che ha contribuito con il suo voto ad interrompere il (mal)governo della sinistra nel nostro Comune“: conclude Fabrizio Ragni.

Come Fratelli d’Italia siamo contenti della vittoria storica di Gianluca Zattini e di tutto il centrodestra e siamo fieri di aver sostenuto fin dal principio la lista civica che fa capo al neo sindaco. Grazie a Fratelli d’Italia la lista civica ha potuto esprimere al meglio il suo potenziale garantendoci la vittoria. Probabilmente abbiamo pagato qualche cosa in termini di voti ma siamo felici di aver rinunciato a qualche voto in cambio di una vittoria strepitosa. Se tornassimo indietro ci rispenderemo per la scelta della lista civica non solo una ma dieci cento mille volte. Tutti i partiti sono stati determinanti e questa vittoria è frutto di un grande lavoro di squadra. Nelle prossime ore ci metteremo subito al lavoro perché i forlivesi si meritano un governo della città che sappia rispondere immediatamente alle esigenze del territorio e dei forlivesi” spiega il risultato del ballottaggio Davide Minutillo capogruppo Fratelli d’Italia.

Ora che diversi comuni costituenti l’Unione della Romagna Forlivese, hanno cambiato amministrazione, penso si possa imbastire un proficuo dibattito sulla rivisitazione sostanziale di questo Ente di secondo livello. Un progetto faraonico (la più grande realtà del Paese), che si è rivelato, troppo spesso, irrispettoso delle aspettative e peculiarità delle singole realtà costituenti; tutto appiattito sul comune capoluogo. La volontà di mettere assieme idee, realtà, competenze e masse critiche diverse, non è stata supportata adeguatamente nel contatto con la realtà. Forlì sta vivendo un cambiamento storico e credo che il Sindaco Zattini, persona dalle comprovate capacità, possa imprimere al comune preminente un ruolo di garanzia rispetto all’efficienza ed all’efficacia delle politiche dell’Ente. l’Unione andrebbe completamente ripensata nel suo impianto complessivo” conclude Riccardo Merendi consigliere dell’Unione dei Comuni della Romagna Forlivese e componente il direttivo provinciale di Forza Italia.