Giorgio-Calderoni

Ho conosciuta Marco Ravaioli in questa complessa campagna elettorale e ne ho apprezzato la correttezza sul piano personale e il costante e coerente richiamo al valore decisivo dei programmi e delle idee per la città. Correttezza e coerenza che ha dimostrato nel prendere le distanze dalle dichiarazioni rese dai delegati della lista “Forlì SiCura” nella conferenza stampa di sabato” si legge in una nota di Giorgio Calderoni candidato per il centrosinistra.

Ringrazio, naturalmente i rappresentanti a Forlì di “Italia in Comune”, Gianluigi Giorgetti e Roberta Zoli che hanno espresso il loro appoggio alla mia candidatura. Mi auguro che altrettanto intendano fare tutte le forze autenticamente democratiche che credono necessaria per Forlì una amministrazione ispirata ai valori di solidarietà, legalità, trasparenza, sostenibilità ambientale, antifascismo e progresso sociale” continua Calderoni.

In questa giornata di Festa della Repubblica, trovo motivo di un rinnovato e rafforzato impegno per il ballottaggio del 9 giugno, nelle parole-guida pronunciate in questa occasione dal nostro Presidente Sergio Mattarella: in Italia serve una “riflessione sul significato profondo del pubblico servire” “perché soltanto la via della collaborazione e del dialogo permette di superare i contrasti” conclude Giorgio Calderoni.