Fumettoteca-Alessandro-Callegati-Calle-Donazioni-Fumetti-2019

Il “World Blood Donor Day” è celebrato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità ogni anno il 14 giugno. La Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle”, per l’occasione propone una originale iniziativa: l’esposizione virtuale della donazione del sangue nel fumetto! e nel pomeriggio, per chi lo desidera, visita guidata alla sede fumettotecaria. Quindi, anche i personaggi fumettistici in fila per donare tutti, senza discriminazione, dai supereroi, come Batman, Superman, Hulk, Spiderman, ecc., e tantissimi altri fino al nerissimo Diabolik che in caso di necessità non evita di donare sangue proprio al suo maggiore nemico, Ginko! L’omaggio rivolto dalla Fumettoteca nella “Giornata Mondiale del Donatore di Sangue“, rappresenta un legittimo ringraziamento ai tantissimi donatori volontari che dal 1927 si sono susseguiti, ed è proprio con un fumetto, realizzato per il 90° nel 2017, che l’Avis nazionale “insegna” la storia e le generazioni delle donazioni. Un modo e un mondo da vedere e leggere, per gustarsi e comprendere sotto un altro punto di vista, quello fumettistico, uno spaccato sociale di interesse comune. Per tutto il pubblico, fino ad esaurimento, fumetti in omaggio.

Il World Blood Donor Day è stato istituito nel 2004 per opera dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa internazionale, della Federazione Internazionale delle Organizzazioni di Donatori di Sangue (FIODS/IFBDO) e della ISBT, International Society of Blood Transfusion. “Una della tante occasione per conoscere il modello del sistema sangue italiano che, grazie alla donazione volontaria, anonima, non remunerata, responsabile e periodica, garantisce terapie salvavita a tutti i pazienti che ne hanno necessità. Una valida occasione da non farsi perdere, afferma il fumettotecario Gianluca Umiliacchi donatore Avis da oltre 40 anni!”. Il sistema sangue italiano, che a differenza di altri paesi si basa totalmente sulla donazione volontaria e non remunerata, conta al momento oltre 1,7 milioni di donatori, di cui 1,3 periodici e oltre 300mila alla prima donazione. Il numero di donazioni è stato di poco superiore ai 3 milioni con un’incidenza sulla popolazione di circa 50 per ogni mille abitanti. In media si parla di una donazione di sangue ogni 10 secondi che consente di trasfondere circa di 1.745 pazienti al giorno e di trattare con medicinali plasmaderivati migliaia di persone al giorno.

Seguono a ritmo incalzante le molte proposte in calendario previste per il 2019 dalla neo-Fumettoteca, attività che tutti gli appassionati e i curiosi del mondo fumettistico avranno occasione di scoprire periodicamente per conoscere la vastità dell’editoria fumettistica nazionale con Corsi come il Laboratorio di VideoFumetto attivato il 4 del mese corrente e ancora in corso fino al 12 del prossimo mese, incontri con gli autori, mostre e tantissime molte altre attività. Si tratta, senza alcun dubbio, di proposte che per la città di Forlì, si dimostrano, a ben diritto, innovative ed eccezionali, visto il rapporto che la città ha avuto fino ad ora col fumetto. La Fumettoteca Alessandro Callegati “Calle” grazie al supporto del Centro Nazionale Studi Fanzine – Fanzinoteca d’Italia 0.2, prosegue con i suoi servizi e progetti che la “Biblioteca dei fumetti”, tutto realizzato in veste di volontariato, è disposta a mettere in campo per tutti gli interessati, consigli e lezioni di fumetto, Corsi, Incontri e supporto per Tesi di Laurea, con il progetto Giovani youngERcard diamo spazio alla volontà di volontariato per chiunque lo desideri fare. Per conoscere dettagliatamente le iniziative e chiedere informazioni 339 3085390, fumettoteca@fanzineitaliane.it – www.fanzineitaliane.it/fumettoteca.

CONDIVIDI
Articolo precedenteRagni: “Su Alea, verde pubblico e reddito di cittadinanza tre provvedimenti per il cambiamento”
Articolo successivoLa biblioteca degli alberi per chi e perché?
Esperto e attento ricercatore dei linguaggi giovanili, in particolare modo il linguaggio veicolato dalla produzione dell'editoria indipendente giovanile, con alle spalle studi di Tecnico Operatore Sociale è da oltre un decennio impegnato nella ricerca, studio e lavoro inerente alla produzione dell'editoria fanzinara nazionale. Filologo e storico delle fanzine italiane è autore di varie pubblicazioni e numerosi articoli, saggi, cronologie e bibliografie diffuse su periodici ufficiali ed amatoriali, riviste specializzate e webzine, un operato che testimonia il suo interesse per lo studio, la ricerca e la documentazione relativa all'universo, agli autori e alla produzione fanzinara. A questi prodotti amatoriali realizzati dal 1977 al 1997 ha dato alle stampe il primo, e finora unico, lavoro di catalogazione pubblicato in Italia. Coordinatore e organizzatore, nonché docente, di Workshop, Corsi, Seminari rivolti al mondo dell’editoria fanzinara italiana, svoltisi con successo in varie città, eventi che hanno sempre riscosso notevole interesse da parte dei partecipanti.