Ragni: “Ai ballottaggi occasione storica, decisivo il nostro apporto per far vincere Zattini”

0

I 4.100 voti di Forza Italia saranno decisivi a Forlì per far vincere il candidato sindaco del centrodestra Zattini al secondo turno. Il partito ha mostrato di tenere in città e il 7% che portiamo in dote all’alleanza, pur in una contingenza regionale di flessione, sarà quella parte dell’elettorato moderato, laico e liberale che farà di tutto per evitare che si perpetui il (mal)governo della sinistra nel nostro Comune”: con queste parole Fabrizio Ragni, coordinatore comunale di Forza Italia a Forlì, annuncia la mobilitazione del partito in vista della sfida decisiva del 9 giugno tra Zattini e Calderoni.

Molti candidati di Forza Italia hanno incassato più di qualche centinaio di preferenze individuali a testa, segno del radicamento e della fiducia che gli elettori hanno accordato alle nostre proposte e alla nostra azione politica. Riteniamo che si debba partire anche da questo dato e dal nostro radicamento in città per vincere e diciamo che la vera campagna elettorale inizia oggi e che, come accaduto a Predappio in una città simbolo per tutta l’Emilia-Romagna, il centrodestra parlando al cuore ed alla mente della gente saprà chiamare alle urne anche coloro che hanno scelto al primo turno la via dell’astensione. Vorremmo ricordare a loro che possono, e tutti assieme possiamo, cogliere un’occasione storica, trovando improbabile che una sinistra già spaccata il 26 maggio a Forlì finga di ritrovare un’unità al ballottaggio, salvo poi creare ingovernabilità in caso, improbabile, di vittoria”: conclude il coordinatore comunale di Forza Italia a Forlì, Fabrizio Ragni.