Ottimo riscontro per il concerto promosso nell’ambito di “GaddiFestival”

0

Il pubblico presente ha apprezzato con applausi convinti e calorosi il concerto che si è tenuto presso la Sala Sangiorgi, domenica 12 maggio, in occasione di “GaddiFestival“, la rassegna promossa dall’Associazione Forlì per Giuseppe Verdi nell’ambito delle aperture del Museo Romagnolo del Teatro; aperture che si devono a un service promosso dai Clubs Lions Club forlivesi e dal Leo Club in collaborazione con il Servizio Cultura e Turismo del Comune di Forlì.

Sul palco, accompagnati al pianoforte da Pia Zanca, sono stati protagonisti ed hanno convinto i presenti i giovanissimi interpreti: Ufuk Aslan, baritono, Federica Venturi, soprano, Eleonora Benetti, soprano, Anastasia Egorova, soprano, Burcu Busra Sezgin, mezzosoprano. Mentre Filippo Tadolini ha condotto i presenti alla scoperta della trama dell’opera facendo da raccordo tra le varie parti.

Macbeth è la decima opera lirica di Giuseppe Verdi. Il libretto, tratto dal Macbeth di William Shakespeare, fu firmato da Francesco Maria Piave. Dopo l’iniziale successo, il 14 marzo 1847, al Teatro della Pergola di Firenze, l’opera cadde nell’oblio, e in Italia fu riesumata con strepitoso successo al Teatro alla Scala il 7 dicembre 1952, con Maria Callas nei panni della protagonista femminile. Da allora è entrata stabilmente in repertorio. Nel nostro caso essendo “Macbeth” un’opera dagli importanti contenuti etici ed al contempo di grande suggestione estetica, oltre che legata a un famoso personaggio forlivese della storia del canto come Angelo Masini, il testo è stato proposto nei mesi scorsi alle classi delle scuole elementari e medie della città. È stato utilizzato come filo conduttore di un percorso alla scoperta di tutti gli aspetti che concorrono alla definizione di uno spettacolo operistico: dalla musica alla macchina del palcoscenico, dalle scenografie ai costumi, ai riferimenti storici e letterari. L’opera è stata riadattata musicalmente affinché gli alunni stessi potessero divenire interpreti delle parti corali.

Tramite il concerto sono stati presentati i contenuti del progetto nella sua interezza, soprattutto attraverso la partecipazione di un ottimo cast composto da professionisti e studenti di canto del conservatorio di Cesena che ha riscosso un meritato successo.
“GaddiFestival” da appuntamento alla prossima domenica, 19 maggio, sempre alle ore 16.30 presso la Sala Sangiorgi, con un nuovo concerto. In questo caso sarà proposta una selezione di brani tratti dall’Elisir d’amore di Gaetano Donizetti.

CONDIVIDI
Articolo precedenteForlì SiCura: "Proponiamo contributi per l'installazione dei servizi di videosorveglianza"
Articolo successivoElezioni. Il Pd a Pievequinta presenta i candidati. Fratelli d'Italia invita a Forlì Crosetto
Ex sindaco di Dovadola, classe 1953, dal 1978 al 1985 dipendente del Comune di Dovadola. Come volontario in ambito culturale è stato dal 1979 al 1985 responsabile della programmazione del Cinema Saffi e dell'Arena Eliseo di Forlì e dal 1981 al 1985. Coordinatore del Centro Cinema e Fotografia del Comune di Forlì. Nel giugno 1985 eletto Consigliere comunale e nell'ottobre 1985 nominato Assessore comunale di Forlì con deleghe alla cultura e allo sport. Da quell'anno ha ricoperto per 24 anni consecutivi il ruolo di amministratore dello stesso Comune assolvendo per tre mandati le funzioni di Assessore e per due a quella di Presidente del Consiglio comunale. Dirigente e socio di associazioni culturali, sociali e sportive presenti in città e nel comprensorio. Promotore di iniziative a scopo benefico. E' impegnato a valorizzare il patrimonio culturale, storico e artistico di Forlì e della Romagna. A tale scopo dal 1995 ha organizzato una media di oltre 80 appuntamenti annuali, promuovendo anche interventi di recupero del patrimonio architettonico di alcuni edifici importanti o delle loro parti di pregio. Autore di saggi e volumi, collabora con settimanali, riviste locali e romagnole. Dirigente dal 1998 di Legacoop di Forlì-Cesena in qualità di Responsabile del Settore Servizi. Nel 1997 è stato insignito dell'onorificenza di Cavaliere Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana.