L’Alternativa per Forlì: “Diciamo basta con l’immobilismo degli ultimi 10 anni”

0

«Siamo una lista autonoma, di sinistra a forte impronta civica sostenuta da 5 partiti: èVIVA, Diem25, Rifondazione Comunista, Sinistra Italiana, Possibile, che hanno scelto di fare un passo di lato per un progetto collettivo. Progetto che si pone in alternativa ad una destra retrograda, populista, sovranista rappresentata da Gian Luca Zattini e alternativi ad un centrosinistra che presenta un governo della città che ha deluso in questi anni e che tuttora non è in grado di mettere in campo una proposta che segni una discontinuità con gli ultimi 10 anni di immobilismo politico.

Ci candidiamo per rappresentare i delusi del Partito Democratico, i delusi delle politiche nazionali del M5S e soprattutto chi crede che questa città abbia bisogno di una nuova classe dirigente e di mettersi in cammino su progettualità, investimenti sul futuro. Chiediamo un voto per cambiare veramente questa città, per farlo da sinistra, c’è bisogno di una sinistra che faccia veramente questo mestiere, che rimetta le persone al centro delle proprie politiche.

C’è bisogno di abbandonare un’idea di potere che anche a Forlì ha creato un distacco tra cittadini e istituzioni. Per fare questo mettiamo in campo dei giovani, mettiamo in campo persone che hanno un forte radicamento sociale nel mondo del volontariato e dell’associazionismo e lo vogliamo fare per costruire un progetto per il futuro che non si fermerà il 26 maggio, ma da quella data trarremo la forza per proseguire in un progetto unitario della sinistra. Il 6 marzo alla prima conferenza stampa feci una battuta (di Mattia Rossi Ndr) dicendo che al ballottaggio ci saremmo andati noi e avremmo chiesto alle altre forze politiche di sostenere il nostro programma. Ecco dopo più di due mesi di campagna elettorale posso affermare che se ci si basasse solo sui contenuti politici e su una vera idea di futuro per la nostra città quella non sarebbe più solo una battuta.

Tutti gli altri candidati sono stati più impegnati nella ricerca del consenso che a proporre soluzioni reali ai problemi. Ci auguriamo che domenica le persone vadano a votare e scelgano la vera alternativa di queste amministrative. Non c’è voto più inutile di quello dato turandosi il naso per qualcosa in cui non credi e persone che non ti rappresentano. Il voto è la massima espressione di democrazia e di libertà».

Veronica San Vicente candidata sindaca e Mattia Rossi candidato consigliere lista L’Alternativa per Forlì