Forlì SiCura

«È necessario ripensare gli strumenti comunicativi rivolti ai cittadini e ai turisti, attraverso mezzi e strategie precisi, perché troppo spesso i primi non conoscono quello che la città ha da offrire e questo è uno degli aspetti che contribuiscono alla disaffezione dei cittadini, che sappiamo tutti essere molto evidente a Forlì. Ma non solo, questo produce anche un disinteresse e una approccio sbagliato rispetto al turismo, perché chi non apprezza la propria città, come potrà mai farla amare agli altri? Per migliorare l’aspetto comunicativo servono proposte concrete e noi le abbiamo. L’ ipermercato cittadino è un luogo ad alta affluenza di persone e quindi è strategico per fare una promozione sempre attiva e aggiornata di tutte le manifestazioni che interessano il centro storico, gli eventi culturali, sportivi, fieristici e le mostre.

Altra proposta è quella di sostituire rapidamente gli utilissimi pannelli a messaggio variabile, che attualmente sono quasi tutti spenti e in stato d’abbandono. In futuro, oltre a dare il benvenuto ai cittadini in entrata in città, dovranno essere utilizzarli per dare informazioni generali sulla viabilità e i lavori in corso ma anche informazioni turistiche sempre aggiornate.Serve un intervento mirato sull’ufficio informazioni turistiche, dall’esterno risulta anonimo perché oltre ad avere una targa minuscola che si confonde tra l’altro con altri uffici comunali, non ha nessun’altra segnaletica degna di questo nome e non vi sono nelle vie limitrofe cartelli segnaletici che indicano la sua presenza.
L’ufficio informazioni e accoglienza turistica deve essere visibile e ben segnalato come succede in tutte le città del mondo.

Proponiamo poi di utilizzare totem pubblicitari mobili nei corsi principali e nei pressi di luoghi frequentati come il Campus e i musei San Domenico, per segnalare i grandi eventi e le manifestazioni in programma. Fondamentale è riorganizzare alcune strutture fisse in stato di abbandono, come ad esempio quelle in piazza XX settembre, che un tempo erano utilizzate per mostrare la programmazione dei cinema cittadini ed ora potrebbero essere utilizzate per la pubblicità di tutte le manifestazioni, gli eventi e le mostre cittadine; bisogna seriamente pensare di installarne altre in tutti i grandi parcheggi della città. Forlì è una città che deve e può essere valorizzata al meglio, servono però proposte concrete e competenze per farlo, gli slogan sono inutili e questo si vedrà da subito».

Alessandro Grassi candidato per la lista Forlì SiCura