FridayForFuture

Settimana scorsa abbiamo portato tante persone in Piazza ed al Parco Urbano, chiedendo loro di scioperare per chiedere di dichiarare l’emergenza climatica ed agire di conseguenza. In tanti ci hanno chiesto cosa avremmo fatto dopo. Questa volta non scioperiamo.
Ci rimboccheremo di nuovo le maniche e puliremo il fiume Montone dai rifiuti dispersi nell’ambiente, per poi raccoglierli e mostrare ai cittadini forlivesi quanto siano dannosi i materiali usa e getta e la cattiva abitudine di considerare il verde come un cassonetto” fanno sapere i promotori di FridayForFuture di Forlì.

L’anomalia metereologica di questo maggio ha portato danni alle costruzioni ed alle colture, ma ha anche trascinato con le piene materiali che nulla hanno a che fare con il fiume, col rischio che finiscano poi in mare. “Il nostro obiettivo – continuano – non è quello di sostituirci nella manutenzione del verde pubblico o degli spazi restituiti alla natura, ma di sensibilizzare la cittadinanza sul problema dei cambiamenti climatici e sull’impatto dell’uomo nella rottura dei delicati equilibri dell’ecosistema. L’appuntamento questa volta è per oggi venerdì 31 maggio alle ore 16,30 davanti ai gonfiabili del Parco Urbano Franco Agosto, invitiamo tutti a portare guanti e vestiti adatti“.